L’uomo nero

Gioite Cisternesi, il colpevole di tutte le malefatte che dal 2009 affliggono Cisterna non c’è più. La persona che ha impedito il corretto funzionamento della locale macchina amministrativa è stata finalmente sconfitta. Non più alberi inutilmente tagliati, non più malfattori che,sinistri, si aggirano per i borghi, non più inutili e vuoti palazzi e villette che si divorano il nostro territorio. Finalmente ci attendono anni prosperi e felici.
La macchina amministrativa potrà finalmente essere messa a punto e, semplificando le pastoie burocratiche che lo impedivano, la nostra città potrà dirsi veramente ridente.

Questo, più o meno, quanto va predicando tal Danilo Martelli, che mi si dice essere il capogruppo del PDL in seno al consiglio comunale. E, probabilmente per un tardivo pudore, per fortuna tace colui che l’uomo nero scelse e rese forte con una valanga di voti. Ma si sa la riconoscenza è merce rara.
Quello che mi stupisce invece è che la rinascita di Cisterna debba essere proposta da una persona il cui unico discorso politico che io ricordi venne fatto in consiglio comunale a difesa (ndr.: siamo nel 2010) di un politico latitante e corrotto, ora defunto, al quale si voleva titolare una via o una piazza quasi che la corruzione fosse stato un merito ed il fuggire per evitare le patrie galere una cosa di cui vantarsi. La proposta cadde nel vuoto.
Il video con le farneticanti motivazioni addotte, per chi ha la memoria corta, è sul mio canale YouTube.

Da costui dobbiamo sentirci fare lezioni di buon governo. Che almeno taccia, ci farebbe una figura migliore.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Personale, Persone, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’uomo nero

  1. Virghil ha detto:

    ….Era gia’ sufficiente limitarsi a metterci la faccia per provocare ondate di vomito incoercibile!!!

    La verita’ evidentemente fa’ male, lor signori probabilmente ancora non si stanno rendendo conto delle considerazioni poco benevole che i cittadini di Cisterna hanno nei loro confronti ….inclusi i giovani!

    Certi signori e le loro intenzioni son fin troppo conosciute,fin da quando avevano tentato la scalata in provincia candidandosi con il partito socialista della banda bassotti capitanato da ladri celebri come Bottino Craxi,Claudio Martelli, Gianni De Michelis (l’avanzo di balera) e tanti altri che si distinguevano per il loro modo affaristico di fare politica.

    Alcuni di costoro,nonostante avevano imbrattato ogni spazio verticale con i manifesti elettorali insieme alle loro facce (stomachevoli), per fortuna non hanno raggiunto il loro obiettivo ecclissandosi subito dopo…..per poi riapparire sotto nuovi simboli che inneggiano alla liberta’ e all’onesta’.

    Ovviamente tali personaggi NON SI SONO MAI distinti per nulla, l’unico loro impegno concreto e’ stato quello per la riabilitazione di ladroni considerati statisti che anziche’ affrontare un regolare iter giudiziario hanno preferito darsi alla fuga e alla latitanza!!!

    La loro distinzione del NULLA continua a fare una sola eccezione….il loro modo educato di difendere le loro deboli e impossibili ragioni con epiteti e volgarita’.
    Dalla Milano da bere alla bevuta di cicuta!!!

  2. Danilo ha detto:

    Carissimo deficiente io ci metto la faccia, ma tu chi cazzo sei, pezzo di merda

I commenti sono chiusi.