Il baratro

Un consiglio surreale. Stanchi personaggi senza più alcuna motivazione hanno dato vita stamane ad uno spettacolo che mi ha ricordato un film recente dedicato agli ultimi giorni di Hitler che, asserragliato nel bunker della cancelleria, seguita a dare ordini che nessuno può più eseguire. Nonostante ciò stanchi generali fingono di assecondare il dittatore.  Spiace che i cittadini debbano subire un tale disfacimento che inevitabilmente porterà a seri disastri. Mai che si affrontino i problemi che affliggono realmente la città. Eppure i tanti cantieri fermi, gli immobili invenduti dovrebbero allarmare e far riflettere. E invece il nulla, il vuoto. Mai che si sia parlato di crisi economica, di risparmi sui costi della locale politica anzi tutt’altro.

Il “mistero della surroga” (che tra l’altro sembra anche, ironia della sorte, il titolo di un film) ha occupato ben tre sedute con tutte le spese che hanno comportato. Non si tratta più di maggioranza ed opposizione si tratta di incoscienza pura alla quale è auspicabile si metta termine prima dell’inevitabile sfacelo.

L’estate si avvicina e con essa si getteranno al vento, in barba a chi fatica ad arrivare a fine mese, decine di migliaia di euro cercando di coprire, con qualche strampalato spettacolo, il fallimento di quattro anni di governo.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il baratro

  1. Carlo Buonincontro ha detto:

    Ma a chi vogliono prendere in giro ?? Non è che con il “surrogato” di Massaroni hanno risolto i loro problemi . Sono solo giochetti di equilibrismo tra varie correnti. Non si rendono minimamente conto di quanto la gente sia stufa . Qualche tempo fa ai Consigli Comunali partecipavano al massimo 5 o 6 cittadini . Attualmente l’Aula Consiliare è sempre piena. Un segno che Lor Signori non colgono , anzi continuano nei loro “traffichetti interni” . L’Amministrazione Merolla è la diretta emanazione e discendenza di quella Carturaniana , Idee zero tanto cemento per gli “amici” , qualche sagra ai Borghetti , per accontentare gli “amichetti” portatori d’acqua . Per non affrontare la Questione del Convento ex Mulino , si sono inventati di tutto , dalla sospensione di un regolare Consiglio ,alla surroga per mancata verifica (in tre anni non se ne sono accorti) dei voti di un consigliere . Dopo tre anni e mezzo di Governo ,il cambio di una decina di Assessori con vari rimpasti i problemi della citta’ sono sempre la da risolvere . Danno la Colpa a Carturan ,che non li ha fatti governare , nonostante la “potenza elettorale” della squadra del Sindaco: In giro gli “amici” dell’attuale amministarzione ,stappano bottiglie per festeggiare la sua cacciata , mentre subentra un consigliere a lui vicino . Consiglieri di “zona” ,che non si sono mai preoccupati dei veri problemi della loro “zona” . Vogliamo proprio vedere cosa gli racconteranno ai cittadini che li hanno votati . L’elenco dei problemi è stato fatto tantissime volte , non serve ripeterlo all’infinito . Comincino a fare dei risparmi sulla spesa pubblica , si facciano dare indietro i crediti da Acqualatina (sembra un milione e 300 mila euro) , controllino bene questi “premi produzione” e “benefit vari” , visto che ogni problema lo deve segnalare il Cittadino all’Ente . Il recupero e la valorizzazione dei beni e reperti storico-architettonici , non deve essere solo motivo di propaganda a senso unico. Tempo fa su dei volantini del Comune ,si riportava tra le bellezze del nostro territorio ,anche l’ex Convento di Sant’antonio . Come mai non se ne parla piu’ ufficialmente . Anche sul sito del Comune è riportato solo Palazzo Caetani , le Grotte e Ninfa . Qualche Consigliere deve ancora “capire il problema” , chiede un convegno pubblico .Dimenticando vent’anni di battaglie fatte da Cittadini e Associazioni , atti ministeriali , atti comunali , convegni ,assemblee (l’ultimo a gennaio 2012). Meno male che “amano Cisterna” , e la vogliono “riqualificare ” , perchè se non l’amavano chissa’ cosa avrebbero combinato . Dicono che non ce la prendiamo mai con la vecchia Amministrazione Carturan , che abbiamo paura di parlarne male . Io personalmente ricordo una frase dell’allora candidato a Sindaco Carturan , ed era questa : ” IO CISTERNA LA ARO ……..” , ha mantenuto la promessa , l’ha proprio ARATA ,anzi scavata , di piu’ Violentata . Mangiato il suo Territorio , compreso le zone agricole produttive , sempre per il “bene della Citta’” . Fate una bella cosa cara Giunta , compresi i nuovi aggiunti UDC (che rivendicano il prossomo Sindaco gia’ da oggi) , i finti oppositori (esclusi ISACCO e Di Mario) , fate un Consiglio straordinario per L’AUTOSCIOGLIMENTO avvisando la cittadinanza ,con i soliti manifesti che usate per propagandarvi . Siamo sicurissimi che prendereste tantissimi voti ……..ma proprio no sacco !!!!!!
    un saluto affettuoso a tutti carlo Buonincontro

  2. marco ha detto:

    Finalmente questo blog è tornato ad essere uno stimolo critico e non la fotocopiatrice dei comunicati del Comune! Continui così Belli!

  3. Riccardo ha detto:

    Caro amico, hai descritto benissimo quanto accaduto e la realtà della situazione in cui siamo oggi a Cisterna. Speriamo che la gente perbene che si trova in assise capisca che è l’ora di sganciarsi da questi tizi che fanno della politica cosa loro. Noi osserveremo l’andamento delle cose, ma siamo pronti a denunciare qualsiasi abuso che esca dalle acque torbide dove navigano tra il malcostume e la regolarità ai fini legali. D’altronde chi governa a livelli più alti dei partiti di maggioranza mostrano come l’imbroglio e il malcostume sia nel loro DNA.

  4. Maurizio Capone ha detto:

    gli unici che non si accorgono dello sfacelo sono proprio i responsabili di questo disastro , ma sono talmente miopi perchè distratti dal tutelare i loro luridi interessi da non vedere che noi ci siamo veramente rotti le scatole. si dovrebbe più rispetto per chi caccia i sordi de o biglietto !

I commenti sono chiusi.