Prosegue il programma della Gi.Si. Immobiliare

Dopo la presentazione alla città del progetto con lincontro pubblico, prosegue il programma della Gi.Si. Immobiliare teso a riqualificare le aree dell’ex cinema Luiselli, del Consorzio agrario e lo spazio antistante il Palazzo comunale comunicandonecosì come da impegno assuntoogni passaggio alla cittadinanza.

La proprietà e lo staff che si è occupato della stesura del progetto e della sua successiva esposizione alla cittadinanza, si accingono a presentare ufficialmente al Comune la proposta progettuale elaborata, non senza aver raccolto alcune indicazioni pervenute.

La presentazione del progetto al protocollo comunale consentirà allAmministrazione comunale e allintero Consiglio comunale di confrontarsi e definire liter procedurale-amministrativo e il progetto definitivo da realizzarsi poi sottoposto allapprovazione della Giunta, del Consiglio comunale, nonché allapprovazione regionale.

Tutto ciò consentirà di elaborare il piano industriale che ambisce a trovare una soluzione definitiva al problema dellebuchee che sarà lo strumento che consentirà la partecipazione ad altri possibili soggetti interessati alliniziativa.

A questo stepcaratterizzato da natura squisitamente burocratica seguirà dunque il parere di uncertificatoreche impartirà il propriosigillodi affidabilità al piano industriale promosso dalla Gi.Si Immobiliare; tale piano industriale sarà condiviso da un istituto bancario in grado di offrire le opportune garanzie necessarie per la realizzazione dellopera.

E proprio a questo proposito la società auspica che ad assolvere a questo compito sia un istituto direttamente legato al territorio cisternese ed alla sua gente, come le banche popolari presenti nellarea. Una scelta oltremodo positiva, specie perché offrirebbe ai soci privati la garanzia dellassoluta limpidezza sulle operazioni svolte e la totale trasparenza delliter del progetto.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Società. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Prosegue il programma della Gi.Si. Immobiliare

  1. nessuno ha detto:

    Mi associo al simpaticissimo “erpelliccia” per la gioia della “liberazione” dal videocrate rimbambito.
    Mi scuso anke per la mia ignoranza in quanto – lavorando in un settore di tipo “economico” – ancora non mi ero accorto di non capirci niente di economia anke se qualke sospetto mi era venuto.
    Comunque godiamoci insieme la fine del “regno” del gran imbonitore perche da domani sono “c…i amari” per tutti…

  2. nessuno ha detto:

    A “erpelliccia” che prevede smottamenti e morti dico: “speriamo che crolla il mercato immobiliare”… e saremo salvi (ma anche più poveri… che non guasta).

    E poi gli dico che l’elenco degli “utili idioti” non è elegante… magari singolarmente presi sono brave persone.

    E’ che insieme non sanno quello che fanno (“Dio perdona loro perchè non sanno…)

    • erpellicia ha detto:

      Intanto siamo LIBERI BERLUSCONI SI E’ DIMESSO e la dittatura e’ finita ora sara un lungo lavoro per educare i vari nessuno che cercano aspetti negativi a una situazzione di gioia estrema e felicita io non sono un pessimista ma un ottimista da oggi e’ stata ripristinata la democrazia adesso tutti possono dire la loro opinione liberamente perche’ lo scontro tra pro-berlusconi e contro-berlusconi non c’e’ piu’ e’ finitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
      Spero che la Bocassini si vendichi pesantemente contro Berlusconi con tutto l’aiuto possibile per ficcarlo dentro il nano.

      Xnessuno: ti faccio una domanda sai leggere? vuoi mistificare quello che dico ? sei invidioso? hai problemi sessuali?
      se tutto cio e’ falso perche’ mi spacchi gli amici di maria?
      non ti rispondo neanche mi fai pena ,per tutti i lettori vi prego solo di leggere prima quello che ho scritto e confrontare con quello che ha mistificato nessuno

      PS: il mercato immobiliare crolla se costruisci scemo non se non costruisci
      se l’offerta di case aumenta = si abbassa il valore delle case
      quindi se il cittadino deve vendere perde soldi …e poi chi compra ora visto che c’e’ la crisi ? fai solo crollare il mercato tanta offerta poche persone che comprano va a studiare economia questa e’ l’ultima volta che ti rispondo sei troppo basso a livello culturale per starmi dietro………………

  3. carlo buonincontro ha detto:

    Caro ” nessuno ” ,sapessi quante “domandine” sono state fatte , alle quali non è mai stata data una “rispostina” !!! Il problema sai qual’è : a chi dovremmo farle ??? Visto che questa classe Politico-amministrativa , guarda solo i propri interessi e quelli dei loro “amici” . Quale sarebbe il loro Interesse per la Citta’ ??? A parte favorire i soliti “noti” (vedi impianti sportivi) , qualche palazzinaro e villettaro ??? Lo ripeto , sottoscrivo e confermo , non vedo in questa Amministrazione , un vero Interesse per la Citta’ (se non per le varie feste , festicciole e sagre). Abbiamo una Storia millenaria ,che non viene valorizzata . La dimostrazione è evidente e lampante , basta guardare com’è ridotto il Centro Storico di Cisterna (documentato e fotografato sul Gruppo di Esso Chissi) . La risposta data in merito ai famosi “palazzoni ” , “cubi” e “torri verdi” , è stata che Cisterna non ha piu’ una Storia .Quindi con questo concetto si puo’ benissimo , “cancellare ” quel che è rimasto “di quei quattro muri vecchi” (cosi’ è stato definito il Centro Sorico) , e costruire dei “bellissimi edifici moderni” !!! . Queste cose , non solo fanno incazzare , ma mobilitare quei cittadini (tantissimi) , che subiscono Decisioni prese dall’Alto , senza un minimo di partecipazione (es. il Corso, i lampioni teleferica , i “cubi ecc.). Ultimamente poi si è parlato sulla Stampa locale del recupero dei nuclei abusivi , da parte di alcune forze politiche. La domanda è questa : Come mai proprio adesso , dopo che l’IDV locale si è battuta gia’ da un anno e mezzo per far approvare il “PIANO” ???? . La critica è appunto sui fatti e cioè : mentre si approvano velocemente “piani integrati” , palazzoni e strutture futuristiche , ci sono quartieri che da anni (almeno 40 anni) , aspettano una riqualificazione . Oltre tutto i cittadini di questi quartieri ( Torrecchia-Franceschetti, la Villa, Cerciabella, L’Annunziata, Olmobello, Piano Rosso ), pagano da anni gli oneri dovuti al Piano di Recupero ( ICI, strade ,fogne, luce,usi civici ecc.) . Invece di progettare una vera e propria Riqualificazione dei suddetti quartieri , si preferisce “approvare” piccoli piani integrati (Privati) all’interno degli stessi .Mentre le opere Primarie (strade , illuminazione , segnaletica , ecc. ) , rimangono quelle evidenti a tutti . Basta andare nei quartieri suddetti e rendersi conto personalmente, non c’è neanche bisogno di descriverle . Una vera Classe Politica ,che Amministra questa Citta’ e dice di “Amarla” queste problematiche le avrebbe gia’ risolte da anni , senza continuare a prendere in giro i cittadini con false promesse . E comunque le colpe non ricadono tutte su questa Giunta , ma principalmente su quella precedente (Carturan) , che gia’ nel lontano 2004 e poi nel 2008 , faceva grandi dichiarazioni in merito ( esistono i ritagli Stampa dell’epoca) . Come esistono le dichiarazioni stampa dell’Attuale Giunta (Merolla) ,esternate a Febbraio 2011 sempre in merito al tema :” Entro quindici giorni , tutto sara’ risolto ” . Stiamo aspettando fiduciosi , fate con comodo ,tra una “pseudocrisi e l’altra” , un “salto della quaglia e l’altro” , un “riassetto delle poltrone”, una “mancata sfiducia” , ” un ritorno all’ovile delle pecorelle smarrite ” : siamo veramente in Buone Mani . Un Saluto Affettuoso

  4. erpellicia ha detto:

    Il Parito del cemento ,va fermato e fatto ragionare ,per me non devono piu’ firmare nessun progetto che riguardi il cemento (palazzone,buche,mulino) ,il rischio e’ fare gli stessi errori di Genova (come direbbe il sindaco i comunisti) poi pero’ fa esattamente gli stessi errori cementando tutto .Poi piangiamo come genova 6 morti per frane .Cisterna e’ praticamente su un equilibrio precario dovuto alle grotte le fondamenta o sfondano le grotte rovinando un patrimonio ,oppure sono poggiate su una serie di cunicoli sottoposti a una pressione che dura secoli pensate che con una inondazione non crolla tutto?
    L’unica speranza sono i Cisternesi per bene che devono fermare una possibile stragge convincendoli a non votare piu’ a favore del cemento ,se non dovessero ascoltarvi vi suggerisco di fare leva sul fatto che non li votate alle prossime elezioni ,vedrete che anche i fan del cemento piu’ incalliti cambieranno idea
    Elenco i nomi che hanno detto si al palazzone e che vanno convinti a non far passare piu’ opere in cemento esecutive almeno al centro di Cisterna (per me il punto piu’ fragile del territorio cisternese)
    Il Sindaco di Cisterna:
    Antonello Merolla
    (il tiratore dei fili occulto: DOMENICO CAPITANI)
    Tutti i dipendenti comunali relativi agli uffici tecnici ( urbanistica).
    gli assessori:
    Domenico Monti ( Urbanistica)
    Valentino Leone (lavori pubblici)
    Fabio Carrozza ( Servizi Sociali)
    Marco Muzzupappa ( turismo)
    Marco Olivieri ( Bilancio)
    Alfredo Cassetti ( Personale)
    Antonio Bellotto (attività produttive-AMBIENTE- vicesindaco)
    Adolfo Marini ( Cultura)
    Gino Gagliardini ( politiche energetiche)
    Questi sono i Consiglieri eletti dai Cisternesi che hanno deciso approvazione progetto in centro vicino alla buca e quindi vicino alla chiesa del palazzone e che potrebbero ricascarci :
    Alessandro Capasso (PDL-Capitani),
    Vittorio Sambucci (PDL-Capitani),
    Alvaro Mastrantoni (PDL-Merolla-Carturan-Capitani),
    Emiliano Cerro (Carturan-Merolla),
    Gianluca Del Prete (Merolla) ,
    Claudio Chinatti (PDL-Merolla-Carturan),
    Andrea Lauri (PDL-Carturan),
    Gabriele Tintisona (PDL-Merolla),
    Fabbrizio Trombelli (Merolla),
    Marco Mazzoli (Nuovo PSI-Merolla),
    Pio Claudio Massaroni (Nuovo PSI-Carturan-Capitani),
    Filippo Frezza (Fiamma Tricolore-Carturan-Capitani -Merolla),
    Antonio Lucarelli (MPA-Merolla-Carruran),
    Mauro Carturan (Pdl).
    Se dimentico qualcuno segnalatemelo o aggioranate la lista

    Vi prego convinceteli a fermarsi per il bene di Cisterna i soldi li troviamo in altro modo .Una vita umana vale molto piu’ dei soldi e non voglio dover piangere dei morti senza motivo siamo ancora in tempo per salvare Cisterna dal dissesto idro geologico .Ma da ora ,subito!! fermateli ,fateli raggionare pensate che : ognuno di questi che convincete a non far passare il cemento, avete salvato una vita umana

  5. Et voila’ ….ecco gli ingredienti per realizzare un pastrocchio indefinibile, e inguardabile che scimiottera’ l’architettura moderna della funzionalita’, in un paese con una struttura urbana gia’ esistente e definita.

    Ingredienti , per circa 35.000 persone +\- il numero di abitanti di Cisterna:

    Procuratevi DUE ARCHITETTI che tali si definiscono solamente per il titolo di studio conseguito, sceglieteli bene e accuratamente, che magari siano considerati ARCHISTAR.

    Una sconsiderevole quantita’ di denaro di qualsiasi provenienza (anche dubbia).
    Affidate la realizzazione dell’opera, da far credere indispensabile e necessaria,da far ritenere opera imponente unica e irripetibile nel suo genere, ad un’impresa costruttrice affidabile (sono pur sempre valide le segnalazioni degli amici degli amici), costituira’ nota referenzaria precedenti inizi lavori mai conclusi con incasso incluso. La GI.SI. immobiliare soddisfa egregiamente tali requisiti.

    Continuate a diffondere l’indispensabilita’ dell’opera, propagandadela come OPERA DEL SECOLO, allo scopo organizzate dei sedicenti incontri pubblici aperti.

    In seguito aggiungere in ordine sparso e secondo le vostre esigenze altre essenze, almeno 5:
    -Pilotis
    -Facciata libera
    -Plan libre
    -Tetto-giardino
    -Fenêtre en longueur

    Nel frattempo lasciare lievitare a dismisura i costi e i tempi di realizzazione ed otterete uno scempio ridicolo che non sara’ assolutamente giustificabile alle generazioni future, e che testimoniera’ l’incoscienza del presente.

    Qui sotto invece la creativita’ e la genialita’ di avveniristici progetti urbanistici.

  6. Virghil ha detto:

    Dilettantismo allo sbaraglio!
    Da cos’altro si e’ distinta la politica di Cisterna in questi ultimi anni, e in paricolar modo QUESTI ULTIMI 2 ANNI E MEZZO?

    Si e’ visto qualche cambiamento?
    Si e’ visto un concreto impegno per migliorare Cisterna e la sua vivibilita’?
    Si e’ visto l’impegno per tutelare Cisterna dal punto di vista territoriale e ambientale?

    OOOHHHHH CERTO! A sentir alcuni personaggi ed anche lo stesso sindaco, SI E’ SEMPRE “LAVORATO” SCRUPOLOSAMENTE PER IL BENE DI CISTERNA.

    Sara’ per via di questo lavoro cosi scrupoloso che dalle casse pubbliche comunali, VENGONO SPERPERATI OLTRE 250MILA EURO PER FINANZIARE UNA BIZZARRA FONDAZIONE CHE IL COMUNE PATROCINIA INSIEME AL COMUNE DI SPERLONGA?

    Sara’ per via di questo incessante lavoro, che la giunta comunale EVITA DI RICHIEDERE IL LEGITTIMO RIMBORSO DI OLTRE 1000000 (UN MILIONE) DI EURO DA ACQUALATINA SPA?

    Sara’ il lavoro instancabile che determina perfino il vanto di aver collocato un dearsenizzatore,pagato con i soldi (unmilionetrecentomilaEUROcirca) dei contribuenti?

    Sara’ il lavoro dell’infaticabile giunta FORTE E COESA ad aver ridotto Cisterna ad una enorme piccionaia?

    Nel frattempo, dopo che NON E’ STATO RICHIESTO ALCUN RISARCIMENTO per le gravi inadempienze da parte della GISI, si fa’ nuovamente ricorso alla GISI ,millantando vantaggi e pubblica partecipazione!!!

    Ma come dare torto all’attuale giunta? Non possono mica prendersi preoccupazione per Cisterna, LE PREOCCUPAZIONI SONO ALTRE, specialmente ora dove girano voci intorno all’onnipresente CIOCCOBLOCK.
    Addirittura voci di corridoio sussurano che lo vorrebbero defenestrare (ammesso che possa passarci da una semplice finestra), ANCORA UNA VOLTA SARANNO PROTAGONISTE LE CRICCHE DI BANDA , formate da loschi individui con l’unico scopo di salvaguardare i propri interessi.

    Il gran ciambellano pretende di conoscere coloro che chiedono le proprie dimissioni, vuole quantomeno guardarli in faccia coloro che a parole dimostrano tale coraggio nei confronti di colui che vanta di gestire BEN IL 45% DELLE TESSERE DEL PARTITO DELL’AMORE.

    ……Alquanto strano e clamoroso che ormai un partito palesemente in declino possa vantare un numero alto di tesserati!

    ….Cisterna data in pasto a famelici lupi che non si fanno scrupoli ad azzannarsi fra’ di loro!!!

  7. nessuno ha detto:

    “non ci sono domandine e tantomeno rispostine”
    F. Fellini. “la voce della luna”.

  8. carlo buonincontro ha detto:

    Quindi stiamo tranquilli, tutto è trasparente , approvato e “certificato” . I cittadini sono stati informati , col famoso “incontro pubblico” effettuato di Martedì mattina, alla presenza di migliaia di cittadini . L’opera prosegue il suo Iter burocratico , gli Architetti sono soddisfatti , i Costruttori ancora meglio , l’Amministrazione Comunale , tramite l’Ufficio alla Trasparenza , pure . Tutto a posto. Solo un piccolo e insignificante problema : il futuristico progetto cubico, che c’azzecca con il contesto storico – monumentale di Piazza XIX marzo.??? Ho avuto modo di scambiare la mia opinione direttamente con il Sig, Sindaco Antonello Merolla, al quale ho esposto la mia preoccupazione e quella di moltissimi altri cittadini , circa il forte IMPATTO , che queste costruzioni avranno nel Contesto . La risposta è stata che : ” devo “guardarlo” da un’altro punto di vista ” . Cioe’ devo “guardarlo”, dal punto di vista dell’utilita’ . Perchè i due Progetti sono divisi , quello sul Corso (ex granarone e Cinema Luiselli) è la parte privata , quello sull’ex Campetto dei Preti , è la parte Pubblica (teatro e servizi, parcheggi ecc.). Purtroppo ,la mia critica e quella di tanti cittadini ,non è sull’utilita’ o meno , ma sulla estetica del progetto, che non tiene in considerazione sia il contesto della Piazza che il Centro Storico. Infatti la “loro” considerazione sul ” Centro Storico ” è nulla , semplicemente perchè non esiste. Mi sono sentito dire : Cisterna non ha una Storia e ,se ce l’aveva ,adesso non c’è piu’ . Facendo presente che Palazzo Caetani è un edificio Storico del 1500 e la Fontana Biondi è del 1890 ,con il resto di Cisterna Vecchia rappresenta appunto il Centro Storico . La verita’ è che questi Signori , Amministratori, Architetti , Amici e Amici degli Amici , non aspettano altro che tutto “crolli” , per poter presentare i loro “favolosi progetti ” . Allora gli suggerisco di sbrigarsi , perchè il vento sta cambiando , il loro Idolo di riferimento Nazionale ,sta per “mollare” , sfiduciato da tutti e con lui l’intera C.d .l. Non si puo’ piu’ presentare in Pubblico, figuriamoci all’estero. I suoi seguaci ,stanno cominciando la transumanza verso altri “centri” . Mentre localmente ,sono gia’ cominciate le battaglie intestine, anzi non si sono mai interotte . Nonostante alcuni ex Trombettieri , dicono di essere fedeli al loro Capo. Alcuni sono anche comici , nell’esporre la situazione politica cisternese , parlano in terza persona e dall’esterno , come se loro non ne fanno parte (alzavano solo la manina a comando).
    Cari trombettieri , i cittadini non ci cascheranno una seconda volta . I risultati della vostra Amministrazione li hanno visti e giudicati e sono evidenti, ancora non vi accordate per le poltrone a tre anni dalle elezioni. E’ quasi un record .
    Un saluto affettuso.

    • U79 ha detto:

      “La risposta è stata che : ” devo “guardarlo” da un’altro punto di vista ” . Cioe’ devo “guardarlo”, dal punto di vista dell’utilita’ . Perchè i due Progetti sono divisi , quello sul Corso (ex granarone e Cinema Luiselli) è la parte privata , quello sull’ex Campetto dei Preti , è la parte Pubblica (teatro e servizi, parcheggi ecc.). ”

      Questa è proprio una idiozia: il contenuto (parcheggi, teatro, cinema, uffici, quel che sia insomma) può rimanere lo stesso cambiando l’aspetto esterno. Perché in sostanza è questo uno dei nodi principali su cui divampano le polemiche e che crea il danno più grave. Se Merolla ha dato questa risposta, questo è sintomo di pochezza culturale e di scarsa intelligenza perché l’osservazione è importante.

      C’è un complesso monumentale composto da Palazzo Caetani – Santa Maria Assunta in Cielo – Giardini Pubblici, nelle cui adiacenze sfociano i vicoli di Cisterna Vecchia (si noti bene: il nostro Centro Storico!). Ci sono due vuoti enormi che aderiscono a questo complesso e si tratta di decidere quale aspetto avranno le cubature che andranno a riempirli, a prescindere dalle tecnologie e dalle soluzioni che conterrano.
      Qui quindi ci si trova di fronte a due strade: mantenere l’armonia con le costruzioni storiche insistenti la zona o rompere questa armonia. Questa strada implica perdere definitivamente il tratto caratterizzante del centro cittadino e soprattutto non ha una via di ritorno. Io propendo pertanto per l’edificazione di plessi che rispettino nell’aspetto lo stile dettato da Palazzo Caetani, non vedo di cosa ci si deve vergognare se si tirano su due edifici “vecchio stile”. Un architetto che non è in grado di progettare qualcosa che si armonizzi con il contesto storico, probabilmente non ha studiato oppure ha acquisito il titolo in maniera sospetta; non si progetta per il proprio Ego, bensì per coniugare l’utilità all’estetica in modo da lasciare ai posteri qualcosa che dia un valore aggiunto. Così deve pensare un’amministrazione comunale e così deve pensare un progettista che lavora in questo contesto.

      Se poi dopo tutto il lavoro che si sta facendo a livello associazionistico (penso soprattutto al contributo della memoria che stanno dando quelli di Esso Chissi) si sostiene ancora che Cisterna non ha una storia, allora vuol dire che c’è malizia, malafede, ignoranza, inciviltà e totale avversione nei confronti di Cisterna.

  9. erpellicia ha detto:

    La mia speranza e’ che la GI.SI. dia l’ennesima sola ai Cisternesi cosi prima o poi lo capiscono ,che non ti puoi fidare di chi ha truffato una volta ,lo rifara’ ancora e ancora .
    Pero’ i politici di maggioranza andranno alle elezioni dicendo ( TUTTO APPOSTO ABBIAMO RISOLTO) .Io vorrei capire che cavolo hanno risolto infatti passiamo da 2 crateri al centro a due eco mostri al centro …………………e’ tutto ridicolo

    La mia opinione e’ meglio le buche che un eco-mostro in MARMO davanti al comune, e un altro eco-mostro (dove prima c’era il cinema luisielli) centro commerciale fatasmagorico con appartamenti sopra .

    Io vorrei fare una riflessione con tutte le feste che fa il Sindaco siete sicuri che qualcuno si comprera’ una casa praticamente bombardata dalle onde sonore fino oltre la mezzanotte d’estate?
    E poi sentirsi tutti gli schiamazzi notturni della piazza (e mo ditemi che non e’ vero!!!!!!!)
    auguri io non mi comprerei una casa del genere neache regalata !!!!!!!!!!!!
    Comunque tutto cio’ non succedera perche’ sono convinto che la GI.SI. ci ridara’ la sola lasciandoci le buche pero ‘Antonello Merolla,Mauro Carturan e Capitani faranno incetta di voti sai che vi dico ma se i cisternesi so no stupidi forse hanno raggione loro……li sfrutti ,li prendi per il culo e fai come ti pare (tanto loro neanche se ne accorgono) e’ inutile comportarsi bene politicamente non conviene a cisterna ,meglio fare gli zozzi e’ vincente ,immorale ma vincente

  10. L'ORACOLO FUTURISTA ha detto:

    ….Mentre si vuole per forza insistere su un progetto assurdo, per niente innovativo, caratterizzato dal solo aspetto speculativo che penalizza totalmente lo spazio circostante nel suo contesto esistente, a Roma prevalgono le considerazioni dei cittadini:
    Stop all’ecomostro di Villa Pamphilj.Salvo il palazzo della scuola steinerianana.
    Il progetto bocciato dalla Sovrintendenza prevedeva la realizzazione di 95 appartamenti con vista sul parco. Ad alcuni futuri acquirenti chiesti anticipi da 30mila a 100mila euro
    http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/11/07/news/stop_allecomostro_di_villa_pamphilj_salva_il_palazzo_della_scuola_steineriana-24559096/

  11. U79 ha detto:

    Visto che tanto noi e le nostre opinioni ormai non contano niente e non possono modificare il progetto che si farà, cioè le famose strutture che niente c’entrano e niente ci azzeccano con il contesto architettoni proposto da Palazzo Cateani-Fontana Bionbi- Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo e NON ultima Cisterna Vecchia: credo che il dovuto “ristoro” per l’umiliazione che ha subito fino a questo momento e che continuerà a subire da queste permanenti minchiate di progetti sia, con molta semplicità l’istituzione ed il foraggiamento di una fondazione no profit per il recupero dell’ex Convento di Sant’Antonio Abate. Finalità ovviamente: acquisto, restauro e riconsegna totale alla comunità di uno dei più preziosi plessi del territorio della provincia. Io penso che questo potrebbe bastare non dico per ricevere il perdono, quello che stanno per fare, unito a quel che finora non hanno fatto, è infatti imperdonabile, però per lo meno per chiudere questa storia con un minimo di dignità. Si tratta un po’ di una “condanna” tipo quelle che prevedono di rendere dei servizi alla comunità per chi trasgredisce determinate leggi.

I commenti sono chiusi.