Nuovi servizi nel quartiere San Valentino

Aprirà sabato prossimo, 16 luglio, alle ore 10,30, la prima vera sede decentrata degli uffici comunali nel quartiere San Valentino.

Uffici Decentrati San ValentinoL’iniziativa nasce dalla volontà dell’amministrazione di offrire al cittadino servizi sempre più prossimi nel quartiere più popolato dopo il centro urbano. I nuovi uffici si trovano in via Aldo Moro 35, all’interno dei locali che fino a qualche tempo fa ospitavano la Parrocchia San Valentino, e permetteranno, a chi abita nel quartiere e non solo, di sbrigare con più semplicità e celerità le pratiche più comuni.

A partire dalla Polizia Locale presente sul posto dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 17.30; dallo sportello Anagrafe aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e il giovedì dalle 15.30 alle 17.30; dai Servizi Sociali, il martedì mattina dalle 9.00 alle 13.00 e, infine, dallo Sportello Acqualatina aperto dalle 9.00 alle 13.00 del lunedì, mercoledì e venerdì e dalle 15.30 alle 17.30 del martedì.Uffici decentrati

L’iniziativa rientra nel programma di governo e mira a dare autonomia e dignità ad un quartiere che ha bisogno di attenzioni particolari. Non a caso è stato scelto di ubicare qui il distaccamento della Polizia Locale che assicurerà un preciso punto di contatto diretto tra l’amministrazione e la popolazione residente nel quartiere anche al fine di prevenire l’insorgere di reati e comunque incrementare la vigilanza e controllo sul territorio. Inoltre con l’apertura degli sportelli anagrafe, servizi sociali e Acqualatina, verrà alleviato, soprattutto ad alcune fasce della popolazione, il disagio di doversi recare in centro per il disbrigo di pratiche piuttosto frequenti. E’ intenzione, in futuro, programmare la presenza per turnazione degli assessori e attivare qualche altro servizio di maggiore necessità.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Servizi. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Nuovi servizi nel quartiere San Valentino

  1. Mario O'fornaro ha detto:

    la succursale della vigilanza ce proprio mancava .
    A che ce serveno i giardini atrezati e ben mantenuti, a che ceserveno le panchine alle fermate della coriera, a che ce serve mette piu’ corse dautobusse, a che ce serve no spazio de ricreazione co cinema, biblotecha, sala coference ….a che ce serve?
    La succursale de li vigili era quelo che ce ammancava.

  2. Chiara Fandonia ha detto:

    INAUGURATA LA NUOVA SEDE DELLA POLIZIA LOCALE …..la sede e’ stata scelta in base alla breve distanza del bar di quartiere!

    Ancora una volta, per un evento di normale amministrazione fatto passare come evento di rara straordinarieta’, si e’ fatto ricorso al populismo e alla “benedizione” dei locali.

    Era proprio indispensabile questa manifestazione popolare?
    Eppoi la benedizione al taglio del nastro era cosi necessaria?

    Ancora siamo in pieno medioevo, senza alcun rispetto per coloro che non sono credenti o di fede diversa da quella cattolica.

    Per costoro,l’importante e’ adottare le pratiche paesane piu’ a portata di popolo per mettersi in buona luce.

    ….Stesso discorso per i luoghi di culto, finanziati con soldi pubblici.
    Luoghi di culto che riguardano un’unica religione, quella cattolica ovviamente.

    IL SINDACO E LE AUTORITA’ SI SONO FORSE RECATE ALL’INAUGURAZIONE DELLA SALA DEL REGNO DEI TESTIMONI DI GEOVA AD ES.?
    Luogo di culto finanziato unicamente dai militanti di tale religione.

    NON C’E’ PIU’ RELIGIONE…..anzi c’e’ ne’ troppa e storpiata ma solo a senso unico!!!!

  3. carlo B ha detto:

    Caro Marco, basta vedere le foto sui giornali , se si ripara la “staccionata” o il parco giochi viene fatta una conferenza stampa. Il fatto è che nei quartieri che ho citato ,non esiste niente di tutto questo , nemmeno i lampioni . Fatti una passeggiata nei suddetti quartieri e verificherai di persona. Il San Valentino come ripeto è abbastanza messo bene (ci vado spesso), casomai c’è da fare qualche piccolo intervento (buchetta, erbacce, punti luce ecc.) , ma ti invito a visitare ad esempio : Sant’Ilario , Castelverde , Olmobello (via Piemonte) , Franceschetti – Torrecchia (ti consiglio di non andarci nelle ore notturne). Ripeto ci sono urgenze che aspettano da TRENT’ ANNI . Un saluto

  4. Acchiappa Citrulli ha detto:

    Ma AnCoRA NoN SieTE COsciENti???
    AncORA noN Vi SiETE aCCorTi DellA Presa iN GirO ?
    AncORa DuBBi sUll’ INcaPaciTa’ deL SiNdaCo e Dell’IncOMpeTenza, OltRE cHE Del MEnEFreGHismO DEll’INtERA GiUnTA cOmpoStA da CiaLTroni E ciARlaTanI ?

    Un AspiRanTE SinDAco cHe Si e’ Fatto SOsteNEre da Un NAno ScaPPaTo dAL Circo e cHe ha MiLLAntato PromeSSe e LIste DElla SpeSA a FAvoRE di CIStERnA ,

    Un ASPiraNte SindACO Che hA AVutO L’AppOGgio di BraVE pERsONE cOME CusAni e fAZZoNE ….E Tutti Ci SoNo cadUti COmE CITrULLI.

    TuTTi Ad APpLauDIrE , Ad AcCLaMArE iL NanO di COrTE CHIaMaTo a SOSteGnO delL’ IncOMPeTENZA A SinDAcO .

    …….AH AH AH AH AHH AH AHH AH AH AH Ahhh AHHH

  5. carlo B ha detto:

    Vorrei capire quando entra nel “programma di governo” e dell’Attuale Amministrazione ma anche della precedente , la sistemazione di altre zone di Cisterna , ad esempio quartieri dimenticati come Sant’Ilario e Castelverde (conosciuti come Piano Rosso). Zone come Olmobello , le Castella , Franceschetti -Torrecchia ecc. ecc. . Senza togliere niente al Quartiere San Valentino (il quartiere piu’ popoloso di Cisterna e di votanti) . Il quale ha sicuramente tanti problemi , a cominciare dalla sicurezza, ma anche carenza di Uffici amministrativi e sportelli per il pubblico dei vari enti . Se si spegne un lampione al San Valentino , si interviene il giorno dopo per sistemarlo, se c’è una buca , si tappa immediatamente , la staccionata è rotta e si ripara . Tutto bene niente da ridire, ma ripeto non capisco perche’ ad esempio nel quartiere sant’Ilario , manca una pensilina per i bambini che prendono lo scuolabus a rischio di essere investiti dai camion ed esposti alle intemperie. Niente , la ci sono cittadini di serie B , e questo nonostante una nostra lettera presentata insieme ai residenti . Si parla tanto di sicurezza stradale e delle tristi storie di “ragazzi Cisternesi” e poi ci sono INCROCI che fanno PAURA al solo attraversarli (mancanza di segnaletica Verticale ed Orizzontale) . Incroci pericolosissimi segalati piu’ volte alle Autorita’ Competenti , anche verbalmente e con video . Il Quartiere Franceschetti (quartiere residenziale abusivo) , è abbandonato a se stesso , nonostante i residenti hanno paga to tutto quello che dovevano pagare (sanatorie, bucalossi, oneri, ICI , usi civici,ecc.ecc.). La via dei Lecci (grande Stradone di collegamento tra L’Appia e la via dante Alighieri) è un campo di Battaglia , buche enormi , rappezzamenti che mettono in pericolo la circolazione , mancanza totale di ILLUMINAZIONE e di adeguata Segnaletica , assenza del piu’ minimo servizio al cittadino e chi piu’ ne metta , tanto avanza sempre , nel senso che manchera’ sempre qualcosa. Senza parlare poi delle strade interne (sappiamo gia’ la risposta : sono private ) , completamente al buio . ma chiedo : almeno un punto luce agli incroci no è ???? Quindi tornando ai nuovi servizi decentrati , chiedo al Sig. Sindaco Merolla : quando intende risolvere almeno uno di questi “piccoli” problemi segnalati ?? E tornando ancora piu’ indietro nel tempo ,ma non tanto chiedo : quando ancora devono aspettare i cittadini delle ormai famose “sei Zone” ,per avere delle notizie certe , ad esempio sulla Variante Speciale di Recupero dei nuclei Abusivi ??? Ricordo molto bene i “sette Titoli in Sette Giorni ” , ” tutto risolto e approvato è questione di pochi giorni ” (vedere i giornali dal 3 al 7 febbraio scorso). Bene il decentramento di Uffici , servizi ed interventi di pubblica Utilita’ , ma i quartieri sopradetti, hanno delle urgenze che si trascinano da almeno trent’anni , ripeto 30 ANNI !!!
    Distinti saluti a chi legge !!!

    • Marco ha detto:

      “Se si spegne un lampione al San Valentino , si interviene il giorno dopo per sistemarlo, se c’è una buca , si tappa immediatamente , la staccionata è rotta e si ripara .”

      Abitando a San Valentino mi domando quale sarebbe questa parte felice del quartiere dove fanno tutte queste cose con grande urgenza. In quella dove vivo io non succede anzi…

I commenti sono chiusi.