ACQUA: IL GRANDE IMBROGLIO

Questo è il comunicato comparso sul sito istituzionale del Comune di Cisterna oltre quattro anni fa’!

Sembra più attuale che mai ,cambia qualche attore ma la musica è la stessa:

Cisterna di Latina, 24 maggio 2007

Comune e Acqualatina: risolvere la bassa pressione e acqua da Ninfa contro l’arsenico

Si è tenuto questa mattina l’atteso incontro tra il Vice Sindaco Gildo Di Candilo ed il Direttore Generale del Comune di Cisterna, Ing. Gianfranco Buttarelli, con il Dirigente dell’Area Nord della Società Acqualatina, Ing. Ennio Cima.
Al centro della riunione i disagi provocati ai cittadini di Cisterna nei giorni scorsi per le ripetute interruzioni del flusso idrico nelle condotte ed una scarsa informazione preventiva. Inoltre anche i lavori attualmente in corso in vari punti del territorio comunale che hanno abbassato la pressione dell’acqua determinando carenze idriche soprattutto nei piani alti delle abitazioni.
"L’azienda – afferma il Vice Sindaco Gildo Di Candilo – ha compreso i disagi patiti dai cittadini e per questo si è scusata ed è pronta a porre rimedio attraverso una più efficace e tempestiva comunicazione con la comunità e con il Comune. Anche l’ufficio di Acqualatina presente a Cisterna dovrà svolgere un ruolo più attivo di contatto con la città e con le esigenze e segnalazioni dei cittadini. La questione può dirsi risolta nello spirito di collaborazione che dovrà esserci tra gli enti nell’interesse superiore del cittadino ad avere garantito un servizio essenziale con il minimo dei disagi".
Per quanto riguarda il problema connesso con l’abbassamento della pressione dell’acqua nelle condotte, Acqualatina effettuerà un sopralluogo nei prossimi giorni, raccordandosi con il Direttore Generale del Comune, per monitorare la situazione. Gli interventi attualmente in corso sono volti a verificare eventuali perdite lungo la condotta ed allo svolgimento di opere di manutenzione sulla rete idrica. Una volta completati i lavori, la situazione dovrà rientrare nella normalità.
"Abbiamo – aggiunge l’ing. Gianfranco Buttarelli – trattato inoltre un altro importante tema, quello dell’arsenico nell’acqua. Visto il risparmio idrico prodotto da Acqualatina attraverso la riduzione degli sprechi, l’ATO ha chiesto un intervento straordinario in bilancio da parte della Regione per circa 3milioni e mezzo di euro così da poter sostituire i pozzi con presenza di arsenico attraverso l’adduzione di acqua dalla sorgente di Ninfa. L’operazione richiederà certamente del tempo ma l’ATO lo ritiene prioritario e realizzabile grazie ai finanziamenti regionali".

image

Acqua: Ancora “scuse”, Facciano i seri!

A proposito del comunicato di acqualatina del 22 giugno .

Ancora scuse , ancora monitoraggio, ancora studio della situazione , e i tre milioni e mezzo che dovevano servire per fare opere che fine hanno fatto?

Risolveremo il problema come gli anni passati? Chiedendo al sindaco di fare ordinanza di divieto di annaffiare i rigogliosi giardini delle villette vendute a caro prezzo dagli amici degli amici? In nome della razionalizzazione avranno un effetto steppa. E chi controllerà che non viene usata acqua per annaffiare? Pagheremo straordinari a vigili per controllare? Almeno pensassero ,piuttosto, più che a un divieto, ad una regolamentazione di orario!

Avevamo ragione sulle responsabilità di acqualatina, lo conferma l’ing. Cima. Se sapevano e aspettavano il presentarsi del problema, dovevano adoperarsi per tempo, non possono dire ora, provvederemo da domani.

Anche sulla questione urbanistica ci accorgiamo che ora fanno le stesse considerazioni del PD, fino ad ora negate. C’è stata un’ apolitica urbanistica senza programmazione, o meglio senza programmazione per i comuni cittadini e ben programmata per gli amici e gli amici degli amici, ovviamente a scapito della città.

L’adeguamento degli impianti sarebbe dovuto già avvenire. Non è avvenuto, Merolla non lo ha sollecitato e non ha vigilato sulla corretta gestione di Acqualatina, oppure dobbiamo pensare che sapeva ma coperto gli errori di Acqualatina.

Merolla deve decidersi a passare dalla parte dei cittadini e procedere all’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori e dirigenti di Acqualatina e del responsabile di segreteria dell’Ato 4, come avevamo già richiesto in consiglio comunale. Non può più difendere acqualatina ma i cisternesi.

Ci chiediamo ancora se dopo quattro anni e un mese un cittadino non paga una bolletta gli viene riservata la stessa pazienza che stiamo avendo noi ?

Ci risulta che sono arrivati avvisi di riscossione per ritardato pagamento anche di un e a volte anche se pagate regolarmente!

Il giorno 22 giugno alle ore 13.03 sul sito del comune compare all’improvviso un comunicato che annuncia che dalle ore 14.00 alle 15.30 viene sospeso il funzionamento del dearsenificatore . Ma scherziamo? 57 minuti di tempo per organizzarsi?.

L’ACQUA è POCA, avvelenata e a bassa pressione .

BASTA FACCIANO I SERI !

IL Segretario PD Cisterna

MAURIZIO ROSSI

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Avvenimenti. Contrassegna il permalink.

2 risposte a ACQUA: IL GRANDE IMBROGLIO

  1. Antonino Brigi ha detto:

    ….Rossi , Di Mario, Isacco DITE QUALCOSA DI SINISTRA !

    ……DITE QUALCOSA DI SINISTRA! …..O ALMENO FATE QUALCOSA DI SINISTRA!!!!

  2. Fabrizio Consalvi ha detto:

I commenti sono chiusi.