PIEDIBUS: bufala o grande invenzione ?

E’ perentorio il Sindaco di Cisterna in merito alle dichiarazioni rese da alcune mamme degli alunni di Prato Cesarino riportate dalla stampa locale sotto il titolo “Bambini lasciati a piedi”.

a piediE’ una dichiarazione del tutto infondata. Come pure quando si riferisce di “una sorta di tacito accordo con il Comune”. Le mamme facessero nomi e cognomi con chi sono stati fatti tali accordi. Non abbiamo mai interrotto, e né lo faremo, il servizio di trasporto scolastico che sarà garantito fino alla fine dell’anno scolastico. E siccome la questione è talmente lineare e trasparente non c’è bisogno di fare nessun tipo di accordo con alcuno.»

«Va anche detto che siamo se non l’unico certamente uno dei pochi comuni nella provincia di Latina che garantisce quasi gratuitamente il trasporto scolastico ad ogni ordine e grado ad esclusione della scuola superiore, anche dove questo non è direttamente o indirettamente di competenza dell’amministrazione, svolgendo il servizio fin dove c’è un solo bambino da trasportare anche con esenzione totale dal pagamento. E lo stesso accade per il servizio di mensa scolastica.

Sulla richiesta di eventuali rimborsi per i soldi versati – continua – voglio ricordare che si tratta di un servizio in abbonamento, quindi non a giornata, corsa o persona trasportata. Del resto come avviene in qualunque tipo di trasporto pubblico o privato. Considerando inoltre che le famiglie di Cisterna intervengono in minima parte sulla copertura dell’intero costo del servizio.»

«Posso garantire che questa amministrazione, come ha dimostrato nei fatti, è ben attenta alle problematiche della scuola e non solo, e pertanto non accetto in qualsiasi modo critiche e tanto meno illazioni su gestioni poco trasparenti o non lineari.

Se le mamme conoscono qualcosa di diverso da quello che conosce il Sindaco ricorressero alla denuncia ma certamente non a taciti accordi con questa amministrazione. Ribadisco – conclude – che il servizio è garantito fino alla fine dell’anno scolastico.»

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Servizi sociali. Contrassegna il permalink.