CORSO DELLA REPUBBLICA: intervento temporaneo per la sicurezza di pedoni ed automobilisti

Continua a creare disagi la pavimentazione stradale di Corso della Repubblica nel tratto compreso tra l’ex Municipio e Piazza Amedeo di Savoia.

Nonostante un precedente intervento di rifacimento del fondo su cui sono adagiati i sampietrini, questi si sono nuovamente distaccati costituendo un pericolo sia per gli automobilisti che per i pedoni.

Per questo, nella mattina di oggi, è stato steso un manto d’asfalto per preservare il fondo da ulteriori danni e soprattutto per tutelare la sicurezza di chi transita in questo tratto di strada.asfalto_1

“E’ un problema che torna a riproporsi – ha detto il Sindaco Antonello Merolla – e che nonostante un precedente intervento non siamo ancora riusciti a risolvere. Per questo ho chiesto ai tecnici del Comune di provvedere nell’immediato a ristabilire una situazione di sicurezza per l’incolumità pubblica. Lo strato d’asfalto che è stato disteso nel tratto in cui i sampietrini sono soggetti al distaccamento dal fondo è un intervento del tutto temporaneo in attesa di confrontarci con esperti che possano risolvere definitivamente il problema”.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Opere pubbliche. Contrassegna il permalink.

11 risposte a CORSO DELLA REPUBBLICA: intervento temporaneo per la sicurezza di pedoni ed automobilisti

  1. dan7m ha detto:

    Sarò forse in netta contrapposizione con la stragrande maggioranza dei cisternesi, ma a me il corso fatto di sanpietrini piace.
    E’ stato fatto da cani, non ci sono dubbi, ma come idea la apprezzo molto.

    Mi hanno sempre lasciato perplesso invece la scelta dello stile e l’uso del marmo, come se si volesse cambiare rotta e prendere le distanze dalla propria storia. Se così non fosse stato, credo che si sarebbe usato uno stile molto più aderente alle caratteristiche medievali della città, in modo da preparare una continuazione dal punto di vista urbanistico con Cisterna Vecchia, il giorno che anch’essa sarebbe stata risistemata. Invece si è persa l’occasione (e i soldi). Non dico che questa scelta sia del tutto stonata, ma è una via di mezzo che personalmente non gradisco. Sti pali così alti, poi… (e alla sera è tutto così buio! Ma non c’era stata una richiesta di aumentare la potenza delle lampadine?).
    A conferma del fatto che la tendenza sia verso il moderno, c’è lo stile con cui è stato costruito il palazzo dei servizi: linee squadrate, colori freddi e marmo, sono distanti anni luce dall’adiacente Palazzo Caetani e piazza XIX Marzo. Come a Roma il Vittoriano: marmo, ridondanza e maestosità (se vogliamo anche prepotenza e retorica) infilate in mezzo al caldo colore di centinaia di circostanti tetti in tegole, come se già non bastasse l’aver rubato al mondo una parte dei Fori imperiali: un sopruso del potere sulla storia e sul popolo.

    Tornando a noi, appare secondo me inspiegabile la scelta di continuare il marciapiede incurandosene delle intersezioni stradali: piazza Battisti, via Marzabotto, l’ingresso delle scuole Volpi sul Corso, via Sauro (a fianco alla pizzeria Rossi) vedono tutte l’interruzione del marciapiede. Le altre invece no, generando ancora di più l’equivoco del passo-non passo, e incentivando il posteggio-safari delle auto sul marciapiede. D’altronde, dove inizia e dove finisce la parte calpestabile di marciapiede che serve per immettersi nella traversa? E poi, perchè lì è consentito il transito e altrove non potremmo metterci neanche un pneumatico?

    Visto che ormai i giochi sono fatti, proporrei alla vostra attenzione una soluzione per quello che riguarda perlomeno i marciapiedi, che potrebbe essere esteticamente carina e che farebbe da disincentivo all’odioso parcheggio “attimino”. La foto del collegamento indicato riguarda via De Gasperi ad Albano Laziale. Cercando questo indirizzo sul sito Google Immagini se ne trovano altre. Secondo me piuttosto che spendere soldi a fare manutenzione continua al marmo rotto, converrebbe piuttosto fare così.

    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://mw2.google.com/mw-panoramio/photos/small/7875627.jpg&imgrefurl=http://roma.goturismo.it/turismo/lazio/roma/albano_laziale/indirizzi/siti_web/aziende/agenzie_immobiliari_albano_laziale/110435/schede.htm&usg=__HwTDj4jJMrNHsrxXWMVnEfG455c=&h=240&w=160&sz=7&hl=it&start=14&zoom=0&tbnid=5sGj9jrY0tmsNM:&tbnh=110&tbnw=73&ei=wH-fTfu6O9CgOsawzIAF&prev=/search%3Fq%3Dalbano%2Bvia%2Bde%2Bgasperi%26hl%3Dit%26biw%3D1362%26bih%3D612%26gbv%3D2%26tbm%3Disch&itbs=1

    Daniele

  2. Gabriele Paterlini ha detto:

    Il Corso…
    temo proprio che questa volta, contravvendo ai sani principi di buona educazione, mi lascerò andare ad una espressione tanto colorita quanto sentita….
    CALCI N’CULO!!! Dovrebbero prendere a calci nel culo i responsabili di questo scempio e far cacciare loro i soldoni anzichè asfaltare pure l’anima….del Corso!!
    Mi piacerebbe davvero sapere come sia possibile che il tratto centrale sia stato rifatto per ben 3 volte mentre ante e post i sanpietrini stanno ancora li….temo ancora per poco perchè anche li iniziano a cedere, ma se non altro hanno retto per un periodo maggiore. Accidenti, non è passato neppure un anno da quando il corso è stato smantellato e rifatto….
    Chi di Voi sa quanto è stato speso per rifare i lavori l’ultima volta? Quanto è costato fino ad ora lo scempio (asfalto compreso)????
    Voglio almeno sperare che i lavori ultimi di rifacimento (inutile) se li siano “accollati” il prgettista e la ditta che hanno fatto (male) i lavori iniziali. Avrà mica ripagato il Comune per l’ennesima volta???!!!???!!!

    Vabbè oh, però …vuoi mettere?!?!?….c’abbiamo lo stadio di calcio!! Mica pizza e fichi!!
    😉

    • U79 ha detto:

      Mi risulta che i lavori di sistemazione siano stati a carico della ditta in attesa di stabilire le responsabilità…ricordo male?

      Ma anche fosse comunque…CALCI N’CULO, a iosa, come se piovesse!!

  3. Gabriele Paterlini ha detto:

    Pista ciclabile ed immondizia….
    Come si può definire pista ciclabile un km abbondante di marciapiede che dalla rotonda fino a Via E.Toti conta ben 39 intersezioni stadali??? Pista ciclabile? Roulette russa semmai. No, dai, non è una pista ciclabile. Lo stesso Sindaco non credo abbia il coraggio di dfefinirla tale…pista…suvvia, 1000 metri di “pista ad ostacoli” semmai 🙂
    Immondizia: avete mai fatto caso cosa ci sia ai margini della SS Appia nel tratto compreso tra “la croce” e via Ninfina??
    Non ve lo dico, provate a dare un’occhiata guardano a terra sulla banchina. Dico solo che il degrado è ormai parte integrante del “panorama” tanto che quasi non ci si fa più caso….
    Saluti,
    Gabriele Paterlini

    • U79 ha detto:

      E quello è il tratto di strada che dovrebbe portare i turisti verso Tres Tabernae, o magari verso Ninfa senza contare che è una delle principali vie di accesso alla cittadina…e annamo!! 🙂

  4. U79 ha detto:

    La mia sensazione è che a Cisterna ci sia stato un periodo di grandi fallimenti:
    – il rifacimento di Corso della Repubblica,
    – il rifacimento di Piazza Amedeo di Savoia
    – lo stadio Bartolani
    – I lavori in corrispondenza dell’ex Consorzio e dell’ex campetto dei preti.
    – la negligenza verso Tres Tabernae e l’ex Convento di Sant’Antonio Abate

    Alcune cose hanno avuto o avranno avuto alla fine una lunga storia di degrado e danno per la collettività cisternese (come lo stadio e le buche); per le altre invece servirebbe secondo me avere il coraggio (e magari anche i fondi) per ricominciare da capo, il Corso dovrà essere rifatto da capo secondo me, non si troverà mai una soluzione (più economica) per risolvere le problematiche insite nelle scelte fatte in ordine ad esempio di materiali e “complementi d’arredo” (scelte sbagliate praticamente ad ogni livello: dalla riduzione dei posti macchina alla scelta delle illuminazioni; dal voler utilizzare i sampietrini all’abbassare i marciapiedi a livello strada…non ne hanno azzeccata una, non ci hanno messo un minimo di intelletto)

    • Virghil ha detto:

      “…non ne hanno azzeccata una, non ci hanno messo un minimo di intelletto)”

      ….Non hanno avuto pero’ la stessa premura, nello gestire i fondi pubblici per la realizzazione di tali opere.

      Consulenze milionarie, studi di settore da parte di illustri urbanisti (Prof. Franco Zagari) , disagi, costi esorbitanti con il risultato che e’ ben visibile tutti i giorni (manutenzione continua, razzaffamenti alla meglio,uso di orrido cemento stampato) insieme alle ormai celebri opere incompiute divenute “oasi naturali” di sterpaglie ed erbacce spontanee di ogni genere, oltre che SIMBOLO ESEMPLARE DELL’AMMINISTRAZIONE CARTURAN, per non parlare del presunto e innominabile tratto ciclabile in localita’ Cerciabella.

      Senza dimenticare comunque che, lo stesso attuale sindaco Antonello Merolla, fin dalla campagna elettorale ha invece sempre elogiato la “stagione dei cambiamenti” fatta nel decennio dell’era vandalica e pressapochista dello ZAR CARTURAN, ….un vero e proprio inno allo scempio senza critica alcuna!

      Ora pur mantenendo saldamente la poltrona di presidente del consiglio della giunta di Cisterna ( continuando ad esercitare il ruolo di primo cittadino), costui si candida nientedimeno che a Latina.

      ….Altre buche, altre opere di restyling, e sperpero di soldi pubblici, i cittadini di Latina sono avvisati!

      • U79 ha detto:

        “insieme alle ormai celebri opere incompiute divenute “oasi naturali” di sterpaglie ed erbacce spontanee di ogni genere”…magari fosse solo questo: non è difficile vedere anche tanta immondizia al di la delle transenne, ad esempio nel tratto che da su Corso della Repubblica, del recinto dell’ex consorzio, sul lato a destra si può vedere “infilando l’occhio” una poltroncina di plastica del vicino bar, evidentemente dismessa, e tante altre cosettine…

        “innominabile tratto ciclabile in localita’ Cerciabella”, Merolla se non ricordo male ha più volte smentito che trattasi di pista ciclabile ma di passaggio pedonale (mo se abbia anche lui le idee per così dire “confuse”al riguardo non lo so…)

  5. CARMEN ha detto:

    Pensa se nn l’avessero fatto, Belli la sua macchina fotografica serebbe impazzita……………clik clik clik!!!!!!!!!!
    E Danielina cosa avrebbe scritto????? fulmini e saette……
    e Virghil ???!!!!!
    apriti cielo con i suoi soprannomi !!!!!!!!!!!!!

  6. Fasterbit ha detto:

    Una sola domanda: chi e’ il responsabile di questa opera pubblica?

  7. nessuno**** ha detto:

    Strano alla vigilia della manifestazione di domani sabato 2 aprile – trattori lungo il corso

    Ciao ciao

I commenti sono chiusi.