Lei speriamo che se la cava

I timori espressi dal lettore U79 (post sul nucleare) sono evidentemente condivisi anche dai ns amministratori infatti sul nastro della corono deposta ai piedi del monumento ai caduti lo scorso 17 marzo hanno fatto scrivere (dimostrando una perfetta conoscenza del protocollo) “ AUGURI ITALIA

17032011

Qui Cisterlandia, passo e chiudo

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cultura. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Lei speriamo che se la cava

  1. Marco ha detto:

    Però molto “libero” questo pensatore…

  2. Virghil ha detto:

    Allucinanti citazioni:
    -“Si trova ogni scusa per trovare cavilli nelle cose fatte…e poi venite puntualmente smentiti.”

    -“ma cosa centra una frase commemorativa sulla FESTA del 150° anniversario dell’unità d’Italia???”

    -“Il 17 abbiamo festeggiato i giovani eroi ribelli che hanno fatto L’Italia, il romanticismo dell’amore per la propria Terra, l’unirsi sotto il segno di un’unica bandiera…”

    Nessuna idiozia e’ impossibile a taluni!
    Cosi’ come tante amenita’ di una tale bestialita’ che riescono solo ad evidenziare la piu’ becera ignoranza.

    Ed essendo notoriamente, l’ignoranza, una brutta bestia, con talune persone (pure se si definiscono liberi pensatori per beffa) e’ preferibile lasciar perdere.

    Da una rapa non si cava sangue,…nemmeno quello versato durante il Risorgimento e quello successivo.

    Mentre e’ del tutto scontato, per la maggioranza delle persone, l’analogia dell’anniversario dell’unita’ d’Italia con la deposizione di corone ( non a caso formate da alloro) commemorative ai caduti, ….NON LO E’ PER LE RAPE!!!

  3. Libero Pensatore ha detto:

    mammamia cosa mi tocca leggere virghil.

    ma cosa centra una frase commemorativa sulla FESTA del 150° anniversario dell’unità d’Italia???

    Si trova ogni scusa per trovare cavilli nelle cose fatte…e poi venite puntualmente smentiti.

    Il 17 abbiamo festeggiato i giovani eroi ribelli che hanno fatto L’Italia, il romanticismo dell’amore per la propria Terra, l’unirsi sotto il segno di un’unica bandiera…

    lo so, son tutti temi poco cari alla sinistra, ma una volta ogni 150 anni potresti anche sentirti un po’ patriottico invece che altezzoso sapientone.

  4. Libero Pensatore ha detto:

    e la formula giusto secondo te quale sarebbe stata?

    • Virghil ha detto:

      La “formula” giusta?

      ….A parte il fatto che non sono di certo i cittadini ad essere responsabili della forma piu’ idonea da scegliere nelle diverse occasioni, anche in questo caso avrebbe dovuto prevalere il buon senso.

      Il classico :” Cisterna ai suoi caduti ” ad esempio? No?!

      Oppure: ” Cisterna a tutti i caduti” da un lato del nastro tricolore , e dall’altro ” 150 anni dell’unita’ d’Italia” giusto per essere in tema con la cerimonia.

      Di sicuro e’ stata una leggerezza ma, deporre una corona commemorativa al momnumento che ricorda i caduti , esortando gli auguri all’Italia e’ senz’altro fuoriluogo.

  5. Virghil ha detto:

    ….Piu’ che altro, quello che non si capisce sono le intenzioni di chi e’ preposto a curare le cerimonie ufficiali nazionali .

    Ci vuole cosi tanto a distinguere e scegliere, le scritte idonee da apporre su una corona floreale destinata ad essere esposta in omaggio ai CADUTI ?

  6. Libero Pensatore ha detto:

    infatti non si capisce cosa voleva intendere Belli…

    spiegaci meglio, il post di U79 non lo vedo…e il senso quindi non è chiaro.
    grazie.

  7. nessuno **** ha detto:

    che significa che da oggi il comune dara’ gli auguri ad un funerale e le condoglianze ad un matrimonio o ad una festa ?

I commenti sono chiusi.