Les liaisons dangereuses

Conferenza stampa PD-5 marzo 2011
Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Les liaisons dangereuses

  1. emiliano cerro ha detto:

    Le consiglio di andare a leggere il dlgs 31/2001 e già che c’è anche la Carta dei Servizi dell’ente gestore del Servizio Idrico Integrato Acqualatina Spa.
    Sono abituato nel mio modo di fare a seguire normative e contratti senza divagare.
    Il dir. di petizione art. 50 della Cost. (vedi petizioni di sensibilizzazione) hanno lo scopo di focalizzare l’interesse del destinatario su una particolare tematica.

    Sono altresì abituato a metterci la faccia in ogni mia azione o presa di posizione in pubblico od in privato… invito anche lei a fare altrettanto senza nascondersi.

  2. Libero Pensatore ha detto:

    Queste sono chiacchiere da gazebo. Ha raccolto 2000 firme e non sono neanche una vittoria perchè chiunque sarebbe andato dalla gente a dire: “firma per le riduzione delle bollette” avrebbe firmato.
    Fortuna che i cittadini cisternesi hanno capito la natura di questa iniziativa che se come dice lei non era politica, allora non l’avrebbe fatta con l’appellativo di consigliere comunale e oltretutto delegato del sindaco e poi non avrebbe fatto la corsa a cercare l’appoggio di altri consiglieri comunali. (solo 2 colleghi hanno aderito)

    A mio modesto parere è stata un iniziativa che secondo lei le fà raccogliere consensi (toccando un tema delicato), ma fà parte di una politica vecchia, stile ex dc, stile democristiano, che a Cisterna non funziona più.

    Ero contento della sua presenza in consiglio comunale poi ho appreso del suo passaggio dalla Lista Merolla a UDEUR (??), ora nuovamente cambiato passando in PDL dove il sindaco le ha dato un’altra chance con questa delega che a mio parere è male utilizzata.

    Questo è il mio pensiero ma le faccio un in bocca al lupo nel continuare questa raccolta firme, sperando in una buona riuscita. un saluto

  3. emiliano cerro ha detto:

    Ho inteso denunciare un concetto di una semplicità assoluta, ovvero che il costo in bolletta dell’acqua non potabile non può essere lo stesso dell’acqua potabile, e per questo ho avviato una raccolta firme.
    La NON POTABILITA’ dell’acqua a Cisterna è avvalorata, oltre che dalle analisi della ASL, anche dal punto di vista amministrativo dalle ordinanze sindacali di divieto promulgate dal Sindaco e dalla presenza stessa delle autobotti di Acqualatina nei vari quartieri.
    Ad oggi non siamo rientrati ancora nei parametri del dlgs 31/2001.

    Non capisco perchè si vuole a tutti costi ricondurre quella che è una naturale denuncia di senso civico alla politica o quant’altro.

  4. Libero Pensatore ha detto:

    ma Cerro non ha ancora capito che quelli del PD stanno sfruttando la sua immagine per fare propaganda contro l’amministrazione??

    • Virghil ha detto:

      Avendo personalmente incontrato il consigliere Cerro, e avendo avuto la possibilita’ di poter sentire le sue ragioni e considerazioni, non mi e’ davvero sembrato che sia una persona che si lasci strumentalizzare.

      Tanto per mettere in cattiva luce l’attuale amministrazione, non c’e’ di certo bisogno di questo o quel consigliere!

      Resta di fatto che il consigliere Emiliano Cerro, nominato a TUTELA di TUTTI i consumatori-cittadini, avendo avuto l’unico torto di difendere i diritti dei cittadini a cui e’ stata erogata a loro insaputa acqua inquinata, NON SEMBRA ESSERE GRADITO ALLA BADANTE DI FONDI l’impunito senatore sFazzone!

      ….Altro che propaganda avversa, fin dai primi giorni si e’ capito come fosse FORTE E COESA l’attuale amministrazione…..E se il buongiorno si vede dal mattino!?

    • Gianni Isacco ha detto:

      Premesso che “quelli del PD” portano avanti idee e proposte per la città e non vogliono sfruttare l’immagine di alcuno, né tantomeno quella di Cerro che, penso, non sia persona che voglia farsi strumentalizzare, ritengo che qualche commentatore cerchi di aggirare i problemi della città accusando il PD di “fare propaganda contro l’Amministrazione”.
      E allora, senza sviare con la propaganda PRO amministrazione, visto che in questo spazio si sta parlando di arsenico nell’acqua, si rimanga nel merito del tema e si dica chiaramente se quanto detto e fatto, su questo argomento, dal PD di Cisterna in questi mesi, è esatto e condivisibile. Altrimenti si dica perché non è esatto e perché non è condivisibile. Il non entrare nel merito dei problemi è, questo sì, propaganda.

I commenti sono chiusi.