150° UNITA’ D’ITALIA E 67° ESODO CISTERNESE

A partire da domani e fino a domenica, Cisterna sarà protagonista di un susseguirsi di eventi e manifestazioni.

E’ stato presentato il calendario di appuntamenti per celebrare il 150esimo dell’Unità d’Italia e il 67° Esodo Cisternese.

“I due eventi – hanno detto il Sindaco Antonello Merolla e l’Assessore alla Cultura Adolfo Marini – vanno praticamente a coincidere e ci danno l’opportunità di celebrare la storia della comunità cisternese all’interno di un evento di rilevanza nazionale. Per questo abbiamo rivolto un’attenzione particolare sia alle scuole che alle testimonianze storiche della nostra città”.

Sin inizierà proprio dalle scuole, domattina, con tre proiezioni a loro riservate del film “Ma che Storia …”. Le proiezioni avverranno alle 9:30 nell’Auditorium Volpi, sempre alle 9:30 e poi alle 11:30 in Aula Consiliare e saranno introdotte dal professore Giorgio Maulucci. “Ma che Storia …” , un film di Gianfranco Pannone con la consulenza musicale di Ambrogio Sparagna e distribuito dalla Cinecittà Luce, presentato a Venezia Cinema 2010 e vincitore di diversi Premi, è il film documentario su gioie e dolori del popolo intorno all’Unità d’Italia. Giovedì 17 marzo, alle 17:30, ci sarà, sempre in Aula consiliare una proiezioni pubblica aperta a chiunque.

Nella mattinata di Giovedì, Festa dell’Unità Nazionale, sarà possibile visitare il complesso monumentale di Palazzo Caetani, ed alle 10:45 in Piazza 19 Marzo ci sarà il raduno del Gonfalone, delle associazioni, delle autorità civili e militari che sfileranno fino al Monumento ai Caduti in Piazza Savoia per la cerimonia dell’Alzabandiera e la deposizione della Corona d’Alloro. Seguirà il concerto della Banda Musicale “Città di Cisterna”. Nel pomeriggio, dopo la proiezione del film di Gianfranco Pannone, la facciata di Palazzo Caetani verrà illuminata dal Tricolore.

Venerdì 18 marzo, alle 17, nell’Aula Consiliare si terrà la proiezione del film vincitore del Festival del Cortometraggio di Latina ed in concorso a quello di Roma “La terra sopra di noi” di Cristian Scardigno che rievoca i giorni vissuti nelle grotte Caetani dalla popolazione cisternese durante i bombardamenti bellici. Seguiranno testimonianze e cenni storici ed una visita alle grotte.

Sabato 19 marzo, si terranno le celebrazioni per il 67° Esodo Cisternese con visite guidate al complesso monumentale di Palazzo Caetani, alle 10:45 il raduno in Piazza 19 Marzo per la deposizione della Corona d’Alloro al Monumento ai Caduti in Piazza Amedeo di Savoia e a seguire la deposizione di un omaggio floreale nelle grotte con la benedizione di Don Giancarlo Masci.

Nel pomeriggio, a partire dalle 17, nell’Aula Consiliare, si terrà la cerimonia di consegna del 10° Premio Cisterna.

Concluderà gli appuntamenti del fine settimana la manifestazione curata dalla Best Event in piazza 19 Marzo e Palazzo Caetani “Sapori del mondo”, le mostre “Colori del mondo” e “Shopping in città”.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cultura. Contrassegna il permalink.

3 risposte a 150° UNITA’ D’ITALIA E 67° ESODO CISTERNESE

  1. maurizio prosperi ha detto:

    Bene la festa dell’Unita’ d’Italia anche a Cisterna , ma come al solito trovo come qualcuno dice il “pelo nell’uovo”.
    E’ scritto:
    Nella mattinata di Giovedì, Festa dell’Unità Nazionale, ma quale Unita’ Nazionale , la festa in questione (del 17 marzo) e’ la festa dell’Unita’ d’Italia ovvero il 150° anniversario della proclamazione di Vittorio Emanuele II a Re d’Italia .
    La festa dell’Unita’ Nazionale e’ il 4 Novembre festa dell’Unita’ Nazionale e delle Forze Armate tutta altra cosa

    Leggendo la locandina a firma dell’Assessore alla Cultura si dice che nelle grotte di Palazzo Caetani ci sara’ la Benedizione a cura di Don Giancarlo Masci
    Ma si dice a cura ? la Benedizione si impartisce

    BUONA FESTA A TUTTI

    Maurizio Prosperi Cerimonialista

  2. CARMEN ha detto:

    Prima di “anche qua” la festa dell’unita’ d’Italia si deve festeggiare nei ns cuori, nelle ns case.
    Io ho esposto ben due bandiere una esterna e una in casa, e domani pranzo della festa.
    Viva l’Italia viva noi italiani.
    Amiano di piu’ il ns bel paese da tutti invidiato per le sue bellezze , per il suo clima e per il GRANDE CUORE italiano , forse negli ultimi tempi un po’ assopito, RISVEGLIAMOCI.
    Buone festa a tutti.

  3. Marco ha detto:

    Bene…mi fa piacere che anche qua si festeggi l’Unità d’Italia!

I commenti sono chiusi.