ARSENICO: ULTIME NOTIZIE

INCONTRO ALL’ATO 4 : SI CONFERMA LA DIMINUZIONE DI ARSENICO.

MA RESTA IL DIVIETO DI POTABILITA’

In data odierna si è svolta una riunione presso l’ATO 4 con i sindaci dei comuni interessati, Cisterna, Cori, Sermoneta, Latina e Aprilia, la AUSL di Latina, ARPA LAZIO Latina, Acqua Latina S.p.A., ATO 4.

Nella riunione si è discusso principalmente sulla necessità di dare una giusta informazione in modo sintetico e facilmente comprensibile ai cittadini sulla presenza dell’arsenico nelle acque e non solo, sui possibili rischi e soprattutto sulla divulgazione di indicazioni dell’utilizzo delle acque a seconda dei parametri di presenza di arsenico come descritto dalla nota informativa dell’Istituto Superiore della Sanità.

Tale nota informativa, nei prossimi giorni, verrà divulgata a mezzo manifesti e volantinaggio.

Nell’incontro sono state verificate tutte le attività messe in atto per la risoluzione del problema, tra le quali l’attivazione, dallo scorso 23 dicembre, del filtro presso il serbatoio idrico di via Dante Alighieri a Cisterna e le analisi effettuate in questi giorni i cui risultati, resi noti quest’oggi, danno valori inferiori a 20 microgrammi/litro e precisamente 14 microgrammo/litro, tranne come già noto per il quartiere San Valentino che si attestano ancora in 25 microgrammo/litro.

“Il livello di attenzione e l’ordinanza di divieto di potabilità – spiega il Sindaco Antonello Merolla – restano ancora in uso, ma, secondo quanto indicato nella nota dell’Istituto Superiore della Sanità, il problema è ridotto di molto. Resta inteso che l’obiettivo da raggiungere è sempre il limite di 10 microgrammo/litro di percentuale di arsenico nell’acqua. Così pure resta confermato tutto il programma delle attività messe in campo e precisamente la costruzione della condotta di ritorno da San Valentino a via Dante Alighieri, il filtro da installare per l’erogazione idrica nel quartiere San Valentino e il potenziamento dell’impianto di dearsenizzazione nel serbatoio di via Alighieri, oltre che la conferma dell’appalto per la costruzione della condotta da Ninfa a Cisterna”.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Salute pubblica, Sanità. Contrassegna il permalink.

7 risposte a ARSENICO: ULTIME NOTIZIE

  1. marco ha detto:

    Grazie per la stima caro senza senso. Mi dispiace per la fatica che immagino dovrai fare ma la presenza di arsenico nell’acqua è ancora sopra i limiti quindi non te conviene usare quella del rubinetto.

  2. senza senzo ha detto:

    Mi presento gia’ dal mio nome,nic come se dice va be’, si capisce non sono laureato e neanche diplomato cerchero’ di fare meno figuracce possibili
    Stimo molto in ordine di lista del post : Virghil,marco e Arsenico ma anche se non lo vedo qui U79 .
    Non pretendo di commentare e avere la verita’ assoluta.
    Ma da quello che ho capito la storia dell’arsenico non e’ finita ,giusto? sono io un po’ vecchio e rincoglionito o sembrava tutto risolto? bo?

    Per quanto ancora dobbiamo andare alle autobotti voi sarete gioveni e baldanzosi ma io so vecchio e pe scrive tutto ci ho messo 2 ore……….in piu’ devo spicciamme ad andare per l’ennesima vorta all’autobotte mica ce lo sapevo che pe’ un caffe e na pila d’acqua de la pasta ce voleva tutte ste chirbe.visto che io leggo ma non pretendo de capi tutto mi sapete dire quando dovrebbe fini sta tortura?

    O pero mica voglio mori avvelenato pure se vecchio non mi eliminerete tanto facilmente ….ahahahahahah

    Cioe’ er senzo e’ finire si la tortura delle autobotti ma con l’acqua sicura dai rubinetti….de casa

    Saluti a tutti i giovinotti o poi se siete rattrapiti come me allora salutoni

  3. Virghil ha detto:

    La presenza di elevati valori di arsenico nell’acqua, e’ un indice significativo di quanto il sindaco Merolla non puo’ assolutamente continuare a far credere la sua indipendenza!

    In altri comuni, altri sindaci non avrebbero esitato a prendere le difese dei cittadini , anche con la richiesta di legittimi rimborsi.

    A Cisterna di Latina invece, il primo cittadino incurante dei pericoli dovuti all’assunzione di acqua contaminata all’arsenico, non ha trovato meglio che difendere a spada tratta gli interessi della societa’ privata ACQUALATINA SPA.

    Un chiaro segnale di fedelta’ e ubbidienza ai referenti politici e in particolar modo alla badante di Fondi il senatore CLAUDIO FAZZONE&C.

    Dall’altro lato all’interno della stessa maggioranza, uno degli uomini di fiducia di Antonello Merolla, Emiliano Cerro, che rivendica un giusto risarcimento nei confronti della societa’ privata, a difesa dei diritti dei cittadini.

    …..E in aggiunta le acque, non quelle all’arsenico ma quelle torbide dell’attuale maggioranza, continuano ad agitarsi con la richiesta fatta dalla stessa badante di Fondi, per il reintegro in maggioranza degli esclusi.

    Nel frattempo che si abbattino pure gli alberi, si continui ad oltraggiare il territorio con cemento e mattoni, si guardi al “modello Aprilia” !

    …..Amo Cisterna! La bugia smascherata dai continui fatti&misfatti!

  4. Arsenico Lupen ha detto:

    Sono daccordo con te Marco, il povero Merolla non sa più come uscirne da questa situazione. Sai, la cosa trisite è che ci siano tante persone che si fanno usare per ben altri scopi..

    Per quanto mi riguarda penso che farò ricorso sull’acqua e mi rivolgerò al Pd ma visto che da tanto fastidio a nostro benamato sindaco vado pure a firmà la petizione..

    Le cose sono perfettamente conciliabili. Anzi più sparlano del prossimo e più questi fascistelli stanno in difficoltà… Fate tutti ricorso con il Pd e andate pure a firma la petizone di Emiliano Cerro rispondete così a chi ha venduto la vostra acqua.

  5. marco ha detto:

    Aggiungo che iniziative per la giusta riduzione delle bollette non sono state portate avanti solo dalla sinistra cattiva o dalle associazioni dei consumatori ma anche da Emiliano Cerro, consigliere comunale del Pdl. Nemmeno lui si fida delle promesse di Cusani?

  6. marco ha detto:

    Va girando per Cisterna un volantino sulla questione arsenico molto interessante.

    Oltre alle solite rassicuranti informazioni sulla distruzione delle autobotti, sui vari filtri che stanno mettendo ecc. ecc., alla fine si sconsiglia fortemente i cittadini di sostenere le iniziative delle varie associazioni e partiti politici che si stanno mobilitando per chiedere i rimborsi ad Acqualatina. “E’ inutile” -si legge nel volantino – “perché la richiesta è stata già inoltrata dal sindaco Merolla al consiglio dell’ATO e Cusani ha già dichiarato che sarà oggetto della prossima conferenza”.

    Capito gente? Non arrabbiatevi, non lottate per i vostri diritti, non cercate di ottenere un risarcimento sicuro, fidatevi di Cusani…uno che in pieno scandalo arsenico non si è fatto scrupoli ad alzare le bollette!

    Ovviamente il volantino non è firmato dal PDL Cisterna ma dai Comitati di quartiere, organi che a chiacchere sono nati per difendere i cittadini ma che nella pratica non sono altro che la macchina propagandistica del sindaco.

  7. Virghil ha detto:

    FALSA INFORMAZIONE AI DANNI DEI CITTADINI, PER SALVAGUARDARE IL BOTTINO E LA BANDA DEI DIVERSAMENTE ONESTI.

    L’affissione e la divulgazione dei manifesti e dei volantini rassicuranti la concentrazione dell’arsenico nell’acqua erogata COSTITUISCE UNA BUFALA .

    Tant’e’ che, mentre il nostro sindaco continua a difendere la SPA , tanto per dimostrare il suo ammore per Cisterna e i suoi cittadini , e’ stato presentato un esposto alla Procura di Latina per falsa comunicazione.

    Per mezzo del manifesto recante la dicitura “Avviso alla cittadinanza”, che attribuisce al territorio provinciale di Latina la possibilità di utilizzo per il consumo umano di acque contenenti arsenico con concentrazione massima fino a 20 microgrammi/litro (fino al 2012), su deroga della Commissione Europea.

    Bufala senza precedenti, in quanto il limite imposto dall’U.E. e’ inferiore.

    I volantini e i manifesti ( pagati con soldi pubblici) riportano gli stemmi e le sigle dei Comuni di CISTERNA DI LATIN, Sermoneta, Latina e cori, ed i loghi di ASL Latina, dell’ATO4, della società Arpa Lazio e di Acqualatina.

    ….Ma tanto, con rigorosa spiegazione scientifica ci e’ stato spiegato che le mazzancolle sono naturali serbatoi di arsenico.

    ….E’ per questo che l’acqua inquinata all’arsenico ci viene fatta pagare piu’ delle stesse mazzancolle?

I commenti sono chiusi.