Inchiesta Asl di Latina, rinviato a giudizio il senatore Claudio Fazzone

E’ stato rinviato a giudizio il senatore del Pdl Claudio Fazzone, accusato di abuso d’ufficio nell’inchiesta relativa alle lettere di raccomandazione inviate all’ex manager della Asl di Latina Benito Battigaglia quando Fazzone era presidente del consiglio regionale. Nelle lettere si segnalavano persone da assumere alla Asl, tutte candidate al concorso per tecnici di radiologia. Per questa stessa inchiesta il giudice del tribunale di Latina, Tiziana Coccoluto, aveva già rinviato a giudizio Benito Battigaglia, ex manager della Asl di Latina, Emanuele Monti, Pietro Spanu, Enzo Recchia e Rossana Bellardini, tutti e quattro componenti della commissione d’esame del concorso.
Sotto accusa era finita l’assunzione di cinque tecnici segnalati nelle lettere. Nell’inchiesta erano stati inizialmente coinvolti solo Battigaglia e i quattro componenti della commissione, ma dopo il loro rinvio a giudizio il Gup trasmise gli atti in Procura per valutare anche la posizione del senatore Fazzone, ora rinviato a giudizio.

fonte: messaggero.it

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Persone, Politica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Inchiesta Asl di Latina, rinviato a giudizio il senatore Claudio Fazzone

  1. Virghil ha detto:

    Tutto puo’ succedere nel paese delle banane .

    Tutto puo’ succedere nel paese del terzo mondo europeo .

    Tutto puo’ succedere nel paese arretrato e incivile dove vige costantemente la bassa moralita’ di una classe dirigente incapace , avida e arrogante .

    Ai comuni cittadini , che ormai hanno perso la propria sovranita’ , viene pretesa la presenza nelle aule giudiziarie a qualunque costo e per qualsiasi motivo giuridico , fosse anche una semplice multa per divieto di sosta .

    Per gli illustri senatori invece tutto e’ diverso e tutto gli viene giustificato .

    ….ANCHE L’ IMPOSSIBILITA’ per l’ illustre SENATORE FAZZONE di essere rintracciabile per la notifica processulae a suo carico .

    Tale ” introvabilita’ ” ha intanto determinato lo slittamento del processo , per il prossimo 2 Febbraio 2011 .

    …..Campa cavallo che tanto la prescrizione si avvicina !!!

    IL nano da giardino di Arcore DOCET !!!!

  2. Virghil ha detto:

    Citazione :
    ” In un altro Paese un senatore rinviato a giudizio si dimette.”

    In un altro paese non avrebbero concesso nemmeno la candidatura , ma d’altronde cosa ci si dovrebbe aspettare da colui che insieme al suo fedele compare di Sperlonga , hanno perfino denigrato le importanti relazioni del’ex Prefetto di Latina Bruno Frattasi ?

    LA CRICCA PONTINA .

    Il senatore e’ in buona compagnia , in attesa di una nuova udienza anche per il compare di Sperlonga .
    http://www.latina24ore.it/latina/9020/hotel-cusani-aula-le-accuse-al-presidente

    ….Tutti autorevolissimi “amici” , sempre ben accolti anche qui a Cisterna !!!

  3. marco ha detto:

    In un altro Paese un senatore rinviato a giudizio si dimette.

    Ma qui siamo nell’Italia berlusconiana. Però almeno non ha urlato contro i giudici comunisti, l’invidia per i suoi successi, tutti c’è l’hanno con lui ecc. ecc.

I commenti sono chiusi.