BUS GRATUITO PER TIFARE VIGOR CISTERNA

In attesa della sempre più imminente consegna dello Stadio Bartolani, i cisternesi potranno comunque tifare Vigor Cisterna senza troppi disagi.
Il Sindaco Antonello Merolla, d’intesa con l’Assessore Valentino Leone, hanno infatti pensato di organizzare un servizio di trasporto, gratuito, per i tifosi che vorranno sostenere la squadra cittadina già a partire dall’atteso derby pontino in programma per domenica prossima allo stadio Palluzzi di Priverno. Un recente sopralluogo allo Stadio Bartolani
“Manca ormai davvero poco all’apertura delle porte dello Stadio Bartolani – sostiene Merolla -. Oltre l’80 per cento del manto in erba sintetica è stato già messo in posa. L’amministrazione comunale si sta impegnando al massimo affinché lo stadio sia pronto ad accogliere, quanto prima, le migliaia di tifosi del Vigor Cisterna, in una struttura che certamente figurerà tra le migliori in provincia e non solo”.
“Intanto, però, abbiamo pensato – continua il Sindaco – di andare incontro ai tifosi mettendo loro a disposizione, gratuitamente, un pullman che renda più agevole raggiungere la nostra squadra ed incitarla. Tutto questo nella speranza che, a brevissimo, si possa finalmente giocare di nuovo a Cisterna così che gli amanti del calcio possano recuperare la comodità e il piacere di recarsi nel glorioso stadio Bartolani”.
Il pullman per assistere all’incontro Vigor Cisterna – Terracina, partirà alle ore 14 da Piazza Aurelio Saffi, di fianco all’ex sede municipale.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Servizi, sport. Contrassegna il permalink.

22 risposte a BUS GRATUITO PER TIFARE VIGOR CISTERNA

  1. criticus ha detto:

    Certo che il volpone piano piano e’ diventato prima maggiore poi colonnello ed aspira ad essere generale ma se nessuno lo contrasta in questa sua rincorsa sicuramente giungera’ alla meta.Ma che paese di belli addormentati o vi fa’ comodo fare finta di dormire?Per quando riguarda le societa’ miste ce ne sono alcune che fanno introiti e quindi guadagni ed altre che nn fanno niente infatti nn pagano neanche le spettanze .Quelle che guadagnano sono state per mesi e mesi contese dai vari capoBANDA e cio’ la dice lunga sull’appetibilita’ delle stesse societa’.

  2. Carmen ha detto:

    “Anche se per ora , tale proposito appare solo come una proposta , sarebbe davvero interessante sentire il parere dell’opposizione e del PD in particolare ”
    SI SI DAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Virghil ha detto:

    LE MANI SULLA CITTA’ …..INCLUSE LE ” CATTEDRALI ” NEL DESERTO .

    Gira che ti rigira , sempre i soliti e sempre a manifestare le loro buone intenzioni anche se sotto altre bandiere .

    Ormai alle buone intenzioni , specie quando provengono dai soliti noti ( e stranoti ) personaggi che hanno fatto
    dei loro ruoli politici il loro principale strumento per curare i propri interessi personali , i cittadini di Cisterna di Latina sono ormai abituati , o forse non ci faranno nemmeno piu’ caso .

    I soliti volponi della politica nostrana di cui se ne conoscono bene le REALI INTENZIONI , anche se sotto vestiti e bandiere diverse , si dimostrano pronti ancora una volta a fare proposte DEL TUTTO DISINTERESSATE con l’unico obiettivo (?) di curare gli interessi della collettivita’ .

    Questa volta la proposta e’ quella di affidare ad un privato ( MA GUARDA UN PO’ ) la realizzazione e la gestione (MA GUARDA UN PO’) di un polo sportivo da localizzare nell’area ex Nalco .

    Questa volta il coerente volpone della politica nostrana , si direbbe pronto a sostenere l’impresa ,ma subito dopo tale spudoratezza cerca di aggiustare il tiro affermando subito dopo :

    ” Che sia la VIGOR CISTERNA a fare tutto questo o altro privato non interessa basta che ne parliamo,
    ripeto evitiamo cattedrali nel deserto che poi servono a pochi ” .

    ……. ” CHE POI SERVONO A POCHI ” da che pulpito !?

    Ebbene quando c’e’ in vista un SICURO GUADAGNO CON ANNESSA SPECULAZIONE ( finanziamenti pubblici , lavori edili , forniture varie ,servizi assicurativi e altro ) la necessita’ di fare ricorso al privato appare indispensabile chissa’ come mai ?

    ….Gli esempi ci provengono dalle societa’ miste presenti proprio a Cisterna dove gli utili ( MA GUARDA UN PO’ ) sono a vantaggio privato ed i costi a carico della collettivita’ .

    Anche se per ora , tale proposito appare solo come una proposta , sarebbe davvero interessante sentire il parere dell’opposizione e del PD in particolare !!!

  4. nessuno ha detto:

    Paghiamo il bus ai tifosi con i soldi del contribuente? Avete sentito che l’INPS non distribuisce le proiezioni delle pensioni future dei giovani precari che riscuoteranno una miseria? Abbiamo ribaltato le priorità? Forse è colpa di tutti noi per questa deriva. Spero di poter contribuire, nel mio piccolo, ad assicurare giorni migliori per i nostri giovani, per i nostri lavoratori, per i nostri studenti e ricercatori che non siano costretti ad abbandonare l’Italia. Dei tifodi “me ne frego”!!!

  5. U79 ha detto:

    “Altrimenti tali spese dovrebbero estendersi anche a coloro che per recarsi al cinema o al teatro , devono necessariamente uscire da Cisterna !”

    Passerò per pignolo, ma non concordo sul discorso del cinema e concordo poco su quello del teatro.

    A me di cinema di proprietà ed a gestione comunale non è che ne risultino molti… Un cinema, a differenza di uno stadio nasce generalmente per iniziativa privata, non pubblica. Se a Cisterna manca un cinema è perché nessun imprenditore s’è preso la briga di investire; e l’amministrazione comunale c’entra e non c’entra: il bacino di utenza penso sarebbe garantito (riesce a sopravvivere perfino il derelitto Cinema di Sabaudia, non so se rendo) e penso pure che di paletti all’edificazione di un plesso che contenga un cinema, soprattutto nel nostro comune se ne troverebbero ben pochi.
    Sul discorso teatro invece concordo in parte: l’istituzione teatrale spesso è gestita dal comune quindi la manchevolezza che colpisce Cisterna dovrebbe essere compensata, in ciò concordo con Virghil, dall’organizzazione periodica di bus verso ad es. Latina che ha un calendario più che onesto. Rimane il fatto che ci sono, anche in discreta parte, dei teatri gestiti da fondazioni private, ed anche qui manca l’idea imprenditoriale.

    Insomma il teatro è assimilabile al discorso stadio, il cinema decisamente meno.

  6. Virghil ha detto:

    Prendendo in prestito , una variante citata da un politico d’annata e’ proprio il caso di dire che : ….a pensar male si fa’ peccato ma spesso ci si indovina .

    Allo stesso modo sara’ sempre utile ricordare che: le vie che conducono all’inferno sono sempre lastricata da buone intenzioni .

    ….Pertanto e’ del tutto giustificata la diffidenza nei confronti di alcuni soggetti che , pur di continuare indisturbati a gestire i propri affari e intrallazzi personali , non si fanno di certo scrupolo alcuno a cambiare bandiera ed ideali !!!

    Citazione:
    “Lasciatemi dire: si potrebbe provare a rappresentare una valida alternativa… invece di massacrare qualsiasi azione o dichiarazione rilasciata dal mostro di turno…”

    Ebbene la valida alternativa puo’ essere semplicemente trovata facendo ricorso alla soluzione piu’ semplice .

    Il tifoso vuole sostenere la squadra del cuore ?

    ….Che si faccia carico PERSONALMENTE delle spese da sostenere , anche quelle di trasporto !

    Altrimenti tali spese dovrebbero estendersi anche a coloro che per recarsi al cinema o al teatro , devono necessariamente uscire da Cisterna !

    In quanto al rispetto quest’ultimo deve essere reciproco , non esercitato solamente al momento del voto .

    Dimenticandosene una volta eletti , per poter scegliere abilmente il carro sul quale salire !!!

    Buona digestione !

  7. fab ha detto:

    Io sono in conflitto di interessi ma credetemi, siete duri da digerire… duri nei termini e nelle espressioni. Lasciatemi dire: si potrebbe provare a rappresentare una valida alternativa… invece di massacrare qualsiasi azione o dichiarazione rilasciata dal mostro di turno…
    che tristezza… e che acidità… a volte ho l’impressiona che ci sia sotto “qualcosa di personale” anche perchè il buon senso non può SEMPRE, e ribadisco SEMPRE, far considerare le azioni di qualcuno come da stigmatizzare!

    Si possono non condividere alcuni aspetti caratteriali o scelte personali CHE TALI RESTANO e vanno dunque – di base – anche nella forma della critica, rispettate.

    Ma tranquilli.. essendo esseri umani, prima o poi ve ne libererete.
    beati Voi.

    buon fine settimana
    fabiola

    • Gabriele Paterlini ha detto:

      Buongiorno Fabiola,

      Le posso assicurare che gli aspetti caratteriali e le scelte personali sono gli aspetti che meno “influenzano” l’indirizzo delle mie critiche (sempre che Lei stia rispondendo anche al mio post) “a chicche e sia”.
      Avessi avuto il desiderio di fare una critica basandomi su quei concetti, avrei avuto ben altro di cui discutere…
      Se l’amministratore del mio condominio fosse professionalmente inreprensibile, ma burbero nei modi di fare, introverso, con un carattere a me indigesto, ecc ecc….beh, francamente la cosa non mi toccherebbe oltre il dovuto.

      Io non ne so davvero nulla di conflitto di interesse, però constato una serie di “casualità” che in qualche modo un ragionevole dubbio me lo han fatto venire, motivo per il quale ho esposto il quesito.

      Qual’ora io abbia travisato il senso della sua critica, magari perchè indirizzata ad altri, Le sarò grato di non prendere in considerazione questa risposta.

      Cordiali saluti,
      Gabriele Paterlini

  8. Gabriele Paterlini ha detto:

    Solo per ricordare che il presidente era dimissionario…..qualche mese fa. Forse i più attenti ricorderanno bene e meglio di me i motivi per i quali, ad un certo punto, “tuonò” annunciando le sue dimissioni dalla presidenza della Vigor…..

    Arrivederci.
    Gabriele Paterlini

  9. criticus ha detto:

    il calcio e’ uno sport troppo importante e coinvolgente per stare a pensare a tutte le cose che dite .l’importante e’ che i tifosi possano andare a verdere la partita che purtroppo non si disputano al bartolani.poi come in tutte le cose c’e’ sempre il furbetto che ci zuppa il biscotto e si fa’ i cazzi suoi ed ha il suo ritorno.i cittadini sanno bene chi e’ che cosa fa’ e come usa il suo potere per stare sempre a galla .ma se si presentasse come sindaco si e no che prenderebbe 300 o 400 voti .accontentiamoci del brodo che la carne costa cara.

  10. Virghil ha detto:

    Citazione :
    ” qui tra di Voi c’è per caso qualcuno che se ne intende di legge? Più specificatamente, c’è qualcuno ferrato in materia di “conflitto di interesse”? ”

    ….Bhe’ , non e’ di certo indispensabile essere dei giuristi o degli esperti forensi per accorgersi del conflitto d’interesse . In questo , come in molti altri casi , e’ sufficiente il buon senso !

    Chi e’ il politico di riferimento della VIGOR ?

    Potrebbe sembrare solo una insignificante osservazione , se solo non si conoscesse il personaggio in questione .

    Il personaggio di una delle bande piu’ influenti rappresentato da diversi consiglieri comunali , che di recente ha dichiarato di non avere alcun problema a dare FIDUCIA all’attuale sindaco Antonello Merolla.

    ….E allo stesso modo , aveva “disinteressatamente ” proposto di farsi carico dell’onere del grandioso progetto per la ex Nalco , ossia il polo sportivo .

    Un ghiotto bocconcino da non lasciarsi scappare e TUTTO NELL’ INTERESSE DELLA CITTA E DEI CITTADINI !!!

    Infatti , nell’ “interesse ” di tutti PAGHEREBBE LA VIGOR le spese necessarie per “mettere a disposizione ” dell’intera cittadinanza un grandioso polo sportivo nuovo nuovo di zecca !

    LE MANI SULLA CITTA’ …..per gli interessati consultare Latina Oggi del 22 Settembre u.s. pag 23 .

    …..Eppure sono ben conosciuti i metodi e le priorita’ di alcuni personaggi capaci perfino di rinnegare il proprio passato passando da un colore all’altro , con assoluta disinvoltura !!!

    Tutto cio’ non dovrebbe quantomeno far riflettere ?

    In ultima analisi , trovo assurdo attingere dalla cassa pubblica i fondi necessari per organizzare le trasferte dei “tifosi ” ( anche di parecchi Km ) quando non si riesce ad ottenere un servizio di trasporto urbano degno di tale nome …. panchine fai da te’ per l’attesa alle fermate , semplice esposizione degli orari di passaggio mancanti , mancanza di semplici informazioni di percorso e improvvisazione diffusa .

    Nel frattempo pero’ , a quanto pare si trovano i fondi (ed i modi ) per organizzare le trasferte pubbliche dei “tifosi ” , e persino l’enfatizzazione di tali iniziative !!!

    …..BASTA POCO CHE CE’ VO ?????

  11. U79 ha detto:

    Io penso ci sia innanzitutto un “debito” che l’amministrazione ha nei confronti della tifoseria cisternese. Piaccia o non piaccia il calcio, non lo scopro io, è lo sport nazionale (qualcuno obietterebbe il “gioco” nazionale).

    Ci si può buttare nel qualunquismo anti pallone spinto: “11/22 adulti che corrono appresso ad una palla”, “intorno al calcio girano troppi interessi”, e via discorrendo; però all’interno della comunità Cisternese c’è un folto gruppo di persone che ama questo “giuoco” e di questo bisogna tener conto. E va anche tutelato. Questa gente, ricordiamocelo, non si troverebbe nel disagio di dover affrontare una trasferta, se avesse avuto in tempi almeno decenti lo stadio. E se questo non è avvenuto la colpa è delle istituzioni, per questo faccio un discorso di “debito” nei confronti della tifoseria. E se mi si dice: la colpa è di chi ha amministrato nell’ultimo decennio io rispondo che è sempre la comunità ad aver mandato democraticamente a governare queste persone, quindi è la comunità ad essere responsabile.

    Tra i tifosi poi ce ne sono molti che pagano le tasse e l’avere a disposizione l’autobus che li porta alle partite, se vogliamo, è un esempio di come, a fronte di un esborso di denaro per la comunità, dalla comunità (attraverso la sua amministrazione) c’è un ritorno di un servizio.
    Alcuni di voi ad esempio richiedono la navetta gratuita a servizio di un gruppo di persone della comunità, gli anziani ad es, che porti queste persone al mercato. Andare al mercato mica è obbligatorio; non è un bisogno primario di certo. Può sembrare “più nobile”, ma non cambia il succo, perché parliamo di persone che pagando le tasse, avrebbero un conseguente ritorno di un servizio (poi perché invece di pensare prima a loro, si pensa prima ai tifosi è da chiedere all’amministrazione, tanto per capire come si fissano le priorità).

    Un’ultima considerazione:

    “ma se ci sono sempre disordini alla partite di calcio
    decine e decine per non dire migliaia di agenti delle forze dell’ordine ad ogni partita e mi viene a dire”

    Trovo sia superficiale e adduco la motivazione: si prendano le n categorie per fasce di età e di categoria, si faccia la summa quindi delle squadre e di tutte le partite che si giocano ogni anno. Migliaia, un numero che spesso neanche si immagina. A noi giungono notizie di n partite in un anno in cui ci sono stati disordini: signori parliamo di un ordine di decine in un insieme il cui ordine è delle decine di migliaia. Scrivere che le partite di calcio sono “sempre” teatri di disordine, non ha proprio senso: è un giudizio non ogettivo.

    Saluti

  12. nessuno ++ ha detto:

    Soldatino, hai scritto
    e’ una passione forte che aiuta tante persone a campare con un hobby che ti gratifica e crea amicizie spirito di
    appartenenzae

    Sport che gratifica ? aiuta tante persone ?

    ma se ci sono sempre disordini alla partite di calcio
    decine e decine per non dire migliaia di agenti delle forze dell’ordine ad ogni partita e mi viene a dire
    “Aggregazione”
    Chiudiano questo argomento e’ meglio
    Nessuno **

  13. Gabriele Paterlini ha detto:

    Buon pomeriggio a tutti,

    qui tra di Voi c’è per caso qualcuno che se ne intende di legge? Più specificatamente, c’è qualcuno ferrato in materia di “conflitto di interesse”?

    Se c’è vorrei porgli un quesito.
    Saluti,
    Gabriele Paterlini

    P.s.
    Soluzione per “aguzza la vista” sul Corso della Repubblica:
    mancano i “serci”….i sanpietrini sono tornati a saltar via dalla loro sede….un paio almeno, uno di certo.
    Magari è un caso, magari stavolta tiene, però se il buon giorno si vede dal mattino….

  14. soldatino ha detto:

    caro nessuno capisco che al giornodoggi ci sono tanti problemi irrisolti tante cose da fare tante lacune diciamo cosi’ ma nn ti devi dimenticare che lo sport e’ molto importante e’ una passione forte che aiuta tante persone a campare con un hobby che ti gratifica e crea amicizie spirito di appartenenzae chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Poi se tu e qualcunaltro avete problemi antipatie disistima di chi fa’ il calcio a cisterna questo e’ tutto un altro discorso che sotto questo profilo puo’ essere anche condivisibile da gran parte dei cittadini e dei tifosi del glorioso cisterna .

  15. marco ha detto:

    è iniziata la vendita delle noccioline…

  16. nessuno ha detto:

    perchè a voi sta bene che i soldi della collettività siano spese per viaggi gratis per tifosi incalliti?

  17. Oriano ha detto:

    ahahaha grande soldatino

  18. soldatino ha detto:

    si va bene ma non accettate niente ,di qualunque cosa si parla nn va bene nulla ma nn e’ che siete delle tardone insoddisfatte?

  19. nessuno ++ ha detto:

    hai ragione

  20. nessuno ha detto:

    Gratis a spese di chi? Di noi cittadini, di chi paga le tasse? Di chi se ne frega del calcio – fonte di corruzione – e magari non può avere scuole serie e funzionali, dei disoccupati che aspettano un lavoro? Chissà che direbbe la corte dei conti di simili spese inutili, clientelari, oltraggiose per i tassati e per chi spera in un’Italia miglire…

I commenti sono chiusi.