BAVAGLIO ? NO, GRAZIE

La sezione di Latina dell'Unione nazionale cronisti 
indice per giovedì 1° luglio alle ore 10 una manifestazione contro la "legge bavaglio". 
L'appuntamento è alle 10 in piazza Buozzi, di fronte al Tribunale. 
 
Con il pretesto della privacy , il governo vuole impedire :
AI MAGISTRATI DI INDAGARE
AI GIORNALISTI DI RACCONTARE
AI CITTADINI DI SAPERE
No bavaglio Per favorire politici e affaristi corrotti , il disegno di legge Alfano fara' 
fuori tutte le intercettazioni telefoniche e ambientali , ossia il principale 
strumento per contrastare il crimine .
Saremo quindi tutti piu' indifesi di fronte ai delinquenti .
Con questa legge non avremo piu' notizie sulle inchieste in corso.
Se fosse gia' in vigore , non sapremmo nulla sugli scandali degli ultimi anni 
, da calciopoli alla casa di Scajola.
QUESTA LEGGE NON DEVE PASSARE
perche' e' un attacco alla liberta' e alla sicurezza di tutti noi .
SARA' INDISPENSABILE ESSERE IN PIAZZA

Un luogo scelto come simbolo della cronaca nera e giudiziaria che non potremo 
più fare quando entrerà in vigore questa legge. Non bastano i "riassunti", di 
fatto i cittadini non potranno più sapere cosa accade intorno a loro.
Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Personale, Politica. Contrassegna il permalink.

6 risposte a BAVAGLIO ? NO, GRAZIE

  1. Virghil ha detto:

    Contro il bavaglio della P2
    Licio Gelli tempo fa è rimasto stupito per come l’allievo sia riuscito a superare il Maestro.

    E si riferiva alla bravura di Berlusconi nell’attuare il Programma di Rinascita Democratica della P2. I ragazzi di oggi conoscono poco di questo piano, ma sicuramente sanno che il progetto del Venerabile è diametralmente opposto ai principi tracciati nella Costituzione.

    La P2 era ed è una loggia massonica segreta, nata con evidenti fini di sovversione dell’assetto socio-politico-istituzionale che opera solo per tutelare e rafforzare gli interessi di un gruppo di persone.

    Oggi, molti dei suoi affiliati, tra i quali l’attuale Presidente del Consiglio, ricoprono ruoli di primo piano: stanno al Governo e in Parlamento. Queste affermazioni, purtroppo, non sono parte di una spy story, ma la verità.

    Infatti, è stato lo stesso Gelli a confermarlo in un’intervista rilasciata qualche mese fa. E la prova è sotto gli occhi di tutti: piano, piano, goccia a goccia, tutto quanto era inciso nel documento ritrovato a Villa Wanda si sta realizzando.

    Il percorso è lento perché i nostri padri costituenti, consapevoli delle insidie che avrebbero potuto esserci in uno Stato democratico, hanno ben pensato di porre una serie di pesi e contrappesi nella Carta, volti a ostacolare certe tentazioni eversive. Ma, dopo due anni di Governo Berlusconi, il puzzle sta per essere completato: controllo dei media, assoggettamento del potere giudiziario.

    Quest’ultimo punto farebbe venir meno la separazione dei tre poteri e, quindi, per questa modifica occorrerebbe una riforma costituzionale e ben altri numeri. Insomma, il Governo ha ben pensato di aggirare l’ostacolo, svuotando le funzioni della magistratura e togliendole le risorse necessarie.

    E’ in questo scenario che rientra il disegno di legge sulle intercettazioni. Un provvedimento che, rispondendo a un preciso disegno eversivo, è palesemente contrario ai concetti di legalità e di giustizia.

    Infatti, oltre a imbavagliare la libera informazione e a zittire la Rete, priva i magistrati di uno strumento indispensabile per le indagini e viola palesemente il diritto costituzionale di essere informati e di ottenere giustizia.

    Quelle contenute all’interno del disegno di legge sono norme criminogene che, se dovessero essere approvate, rappresenterebbero uno sfregio, un colpo durissimo all’intero sistema della giustizia e dell’informazione.

    ….RESISTERE ! RESISTERE ! RESISTERE !!!!

  2. Doriano Fieramonti ha detto:

    Compimenti a Virghil, mi piacerebbe conoscerti! Quanto ad Ale, ah ah ah ah ah ih ih ih ih, povera patria!

  3. Virghil ha detto:

    Citazione di U79 :

    ” …oh non sono parole mie eh…e nemmeno della maggioranza eh…diamo a Cesare quel che è di Cesare: queste sono parole del PD – Programma 2008 – punto 4.4 lettera B – Titolato “intercettazioni si – intercettazioni no” – firmato da Veltroni. ”

    Non si puo’ certo dare torto ad U79 , in quanto cio’ che da egli e’ stato riportato e’ INDISCUTIBILE .

    E si aggiunge una ragione in piu’ , per manifestare civilmente contro tale proposta di legge , che se dovesse andare in porto favorirebbe esclusivamente la casta , di certo non il comune cittadino .

    L’opposizione a livello nazionale di fatto , ha sempre trovato la maniera di fare degli accordi (inciuci ) con l’attuale maggioranza di governo , e non c’e’ il minimo dubbio che essa debba ritenersi responsabile dell’attuale assurda situazione .

    Fortunatamente pero’ , la base dell’opposizione ( contrariamente a cio’ che avviene nella maggioranza) e’ capace di opporsi e contestare alcune decisioni .

    Tale possibilita’ fino ad ora , e’ stata del tutto impensabile nel partito del nano di cartapesta .

    La dimostrazione e’ stata data da Gianfranco Fini (componente della maggioranza )che ne’ ha saputo assaggiare le conseguenze nello scorso ” congresso ” , avendo avuto l’ardire di difendere la MAGISTRATURA davanti al piu’ grande imputato d’Italia ….giammai !

    Ad ogni modo , seppur la parte del “leone ” nell’opposizione viene interpretata dal PD ( meno L ) , esiste una parte di opposizione che con coraggio e determinazione non e’ disposta ad accettare tutto cio’ che viene proposto .

    In conclusione non volendo prendere le parti di nessuno , personalmente posso solo avere una certa piccola soddisfazione che anche all’interno della stessa maggioranza vengono messe in dubbio e addirittura contrastate alcune proposte decisamente AD-PERSONAM .

    …. E’ proprio il caso di dirlo , spesso e’ il FINI che giustifica i mezzi !!!

    PS : in merito alla scusa della privacy , lo stesso GARANTE DELLA PRIVACY ha ribadito che tale assurda legge mette in serio rischio la liberta’ di stampa .

  4. Ale ha detto:

    spero parteciperanno numerosi giornalisti faziosi di sinistra che sciopereranno contro se stessi visto l’evidente comportamento, tra cui spero anche ******************** dove vedo anche nella pagina di oggi tante parole non messe a caso per screditare l’operato di chi sta cercando di cambiare la città. Non è certo con il ribaltamento della realtà che si cambiano le cose.

    W la Cisterna che crede.

    • Virghil ha detto:

      Minzolini docet :
      “Non è certo con il ribaltamento della realtà che si cambiano le cose. ”

      ….Invece le cose si cambiano NEGANDO L’EVIDENZA vero ?

  5. U79 ha detto:

    “Lo strumento delle intercettazioni di comunicazioni telefoniche, informatiche e telematiche è essenziale al fine di contrastare la criminalità organizzata ed assicurare alla giustizia chi compie i delitti di maggiore allarme sociale, quali la pedofilia e la corruzione. Bisogna conciliare tali finalità con diritti fondamentali come quello all’informazione e quelli alla riservatezza e alla tutela della persona.
    Il divieto assoluto di pubblicazione di tutta la documentazione relativa alle intercettazioni e delle richieste e delle ordinanze emesse in materia di misura cautelare fino al termine dell’udienza preliminare, e delle indagini, serve a tutelare i diritti fondamentali del cittadino e le stesse indagini, che risultano spesso compromesse dalla divulgazione indebita di atti processuali.
    E’ necessario individuare nel Pubblico Ministero il responsabile della custodia degli atti, ridurre drasticamente il numero dei centri di ascolto e determinare sanzioni penali e amministrative molto più severe delle attuali, per renderle tali da essere un’efficace deterrenza alla violazione di diritti costituzionalmente tutelati”.

    …oh non sono parole mie eh…e nemmeno della maggioranza eh…diamo a Cesare quel che è di Cesare: queste sono parole del PD – Programma 2008 – punto 4.4 lettera B – Titolato “intercettazioni si – intercettazioni no” – firmato da Veltroni.

    P.S.: Sono onesto, non sono informatissimo ma è proprio interessante questa cosa che ho trovato su internet, la dice lunga sul modo di fare opposizione populista in Italia…Lo chiedo da ignorante: per coerenza l’opposizione non dovrebbe essere a favore di questa legge visto che era anche nel suo programma elettorale?!

I commenti sono chiusi.