LAST MINUTE: E’ CRISI, RITIRATE LE DELEGHE A CARROZZA E FAVALE, MENTRE ROSINA NON E’ PIU’ VICE-SINDACO

Il Consiglio comunale svolto lo scorso 25 giugno ha, di fatto, aperto una stagione di crisi politica in seno alla maggioranza di governo. Come aveva annunciato in consiglio, il Sindaco Antonello Merolla oggi ha ritirato la delega all’assessore all’Urbanistica Enzo Favale a seguito delle sue dichiarazioni in Consiglio comunale sulla mancata conoscenza del punto riguardante il programma integrato sui cantieri nel centro urbano e per questo ne chiedeva il ritiro. Oltre che a Favale, il Primo Cittadino ha revocato l’incarico anche all’assessore alle Politiche Sociali, Fabio Carrozza, e la delega di Vice Sindaco a Massimo Rosina.

Il consiglio delle beffe

«Come detto in Consiglio Comunale – afferma Merolla – le dichiarazioni di Favale equivalgono alle sue dimissioni dall’incarico. Non è più accettabile amministrare un paese con il “ricatto” delle assenze in Consiglio comunale o con l’ostruzione su questioni di grande rilevanza per la nostra città come le note “buche”. Quanto sostenuto da Favale su una mancata conoscenza del punto in discussione non è accettabile. Più volte la stampa ha fatto riferimento agli incontri che si sono susseguiti precedentemente al Consiglio sulla proposta di avvio di una possibile soluzione per la ripresa dei lavori nei cantieri. Incontri che hanno anche aperto un confronto con opinioni contrastanti e ciò dimostra che il dibattito sul punto c’è stato. La revoca dell’incarico, dunque, è una questione politica che pertanto comporta anche la revoca all’assessore Carrozza espressione dello stesso gruppo di Favale. A Massimo Rosina, invece, ho ritirato unicamente la delega di Vice Sindaco in quanto ho nei suoi confronti ed in quelli di Gildo Di Candilo un impegno morale essendo stati gli unici ad aver dato la massima disponibilità dimettendosi dal Consiglio comunale per assumere l’incarico di Assessore».

«Quando Favale sostiene di non essere stato adeguatamente coinvolto sulla questione delle “buche”, lo invito a fare un po’ di autocritica e a domandarsi cosa ha fatto per la città come assessore all’urbanistica, quali problemi ha risolto, quali iniziative e contatti ha preso per lo sviluppo della città».

«Sono rammaricato – prosegue Merolla – da quanto sta accadendo perché sto incontrando solo problemi nel portare avanti l’amministrazione del paese, questo non intacca minimamente l’impegno preso con i miei elettori e con tutta la città. Continuerò anche con tutte le difficoltà a portare avanti il mio mandato ed il programma elettorale sottoscritto. In virtù di questo, faccio appello a tutta la maggioranza che ha condiviso e condivide con me questo impegno, di mettere da parte delusioni e dissapori; di prendere a volte decisioni anche contro i propri riferimenti politici affinché si possa mettere in campo tutta l’energia e la voglia individuale di fare. Nei prossimi giorni, a seguito della mia decisione di ritirare le deleghe si aprirà sicuramente un dibattito politico serrato. Invito pertanto tutte le forze politiche di maggioranza, anche se in questo momento i rapporti sono tesi, di cercare con la massima serenità quel punto d’incontro tra le parti che ci permetta, finalmente, di essere coesi ed uniti per i prossimi quattro anni di amministrazione».

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

10 risposte a LAST MINUTE: E’ CRISI, RITIRATE LE DELEGHE A CARROZZA E FAVALE, MENTRE ROSINA NON E’ PIU’ VICE-SINDACO

  1. soldatino ha detto:

    mi sorge un dubbio,ma cisterna on line e’ postato da una sola persona? ,che poi quando legge delle cose che non gli garbano sbrocca e dice che gli utenti non capiscono niente o non sono di cisterna,ebbene anche chi non è cisternese ma abita da trenta anni qui puo’ esprimersi liberamente .è un principio basilare di vivere civile ,per lo meno cosi’ mi hanno insegnato i miei familiari ed il mio ex partito che purtroppo non cè più.nessuno mette in dubbio le risorse morali di chicchessia, ma tra gatto evolpe ilgrande burattinaio ,quelli di latina che vogliono comandare anche acisterna ilfieno alla cascina ormai vuota e quindi da riempire con una certa urgenza la storia si complica un pò.quello che poteva succedere a cisterna era quasi previsto da tutti non cè da meravigliarsi poi cosi tanto.adesso vado unpo’ a studiare per essere più preparato per gli esami che mi aspettano ,.nei prossimi giorni.

  2. Doriano Fieramonti ha detto:

    Caro virghil, le considerazioni di Soldatino differiscono dalle mie solo per un piccolo( enorme) particolare, che nel calderone degli opportunisti ( chiamiamoli così) mette anche il Sindaco, credimi non e’ così!

  3. Doriano Fieramonti ha detto:

    Rispondo ad Ale, anche se rispondere ad un anonimo e’ surreale! Vedi il probblema dalla parte sbagliata, nessuno credeva che ci “cascasse” tutti sapevamo che l’integrita morale del sindaco non avrebbe trovato consensi all’interno della maggioranza, maggioranza che a mio modo di vedere le cose, non e’ stata espressione di Merolla, se non in piccola parte, ma fatta eleggere espressamente dagli affaristi della passata giunta, sfruttando il buon nome di Merolla. Quindi caro/a Ale, per quanto in gamba sia il sindaco per governare e deliberare ci vogliono i voti della maggioranza, che’e’ sotto gli occhi di tutti’ non vuole governare per il bene del paese, ma per le proprie tasche! Per quanto riguarda Soldatino ( della mandracata ) o non sei Cisternese o non hai capito proprio niente delle persone perbene di questo paese!

    • Virghil ha detto:

      In effetti l’attuale clima di crisi ( o ancora si deve definire PSEUDO ? ) non fa’ che confermare l’ipotesi , che l’attuale sindaco sia stato scelto da altri “signori ” .

      Signori opportunisti che hanno avuto tutto l’interesse affinche’ non cambiasse il loro “ideale ” nel fare politica .

      Non si possono di certo negare le numerose visite pre-elettorali di personaggi ( alquanto inquietanti ) provenienti da Fondi e Sperlonga ad es . ….ed e’ altrettanto noto’ che se chi va’ con lo zoppo impara a zoppicare e chi va’ al mulino si infarina .

      …In parole semplici , se si ha voglia di portare avanti le buone intenzioni e’ meglio lasciar perdere le cattive compagnie !!!

      Le cattive compagnie del gatto&volpe che mantengono gli antichi vizi .

      In merito a quanto postato dall’utente SOLDATINO , mi sembra che fondamentalmente esprima le stesse considerazioni di Doriano ….ossia l’ingresso (e la permanenza ) in politica impiegata per perseguire agevolmente i propri interessi !

      Ed anche in questa situazione non puo’ di certo essere escluso il “GRANDE REGISTA ” o meglio L ‘IMMENSO BURATTINAIO BARBUTO !!!!

  4. soldatino ha detto:

    IN CONSIGLIO COMUNALE PURTROPPO SIEDONO SOLO PERSONE CHE SONO LI PER RAPPRESENTARE ALCUNI INTERESSI,COMPLETAMENTE SGANCIATI DALLA SOCIETA’ CIVILE E DALLE PROBLEMATICHE SOCIALI.IL FATTO DELLE BUCHE E’ GRAVE SI FA’ UN REGALO AL PRIVATO DI UNA MEZZA DOZZINA DI MILIONI DI EURO .DIETRO QUESTA CRISI IL PROBLEMA BUCHE E’ UNO DEI TANTI IRRISOLTI,MA SICURAMENTE SARA’ INTERESSANTE VEDERE SE IL SINDACO PRIMA DI ESSERE MANDATO A CASA RIUSCIRA’,INSIEME AL SUO FRATELLINO TINTISONA ,BELLOTTO,CONSORZIO ALLIANCE ED ALTRI A DELIBERARE LASISTEMAZIONE DI CISTERNA AMBIENTEE DI ALTRE COSUCCE MOLTO APPETIBILI .CON QUESTE COSUCCE SI PUO’ STARE TRANQUILLI E SATOLLI PER I PROSSIMI QUATTRO ANNI.PERCHE’ ANCHE SE CADESSE COME SINDACO LA SITUAZIONE SUDDETTA NESSUNO LA POTREBBE REVOCARE,A BUON BISOGNO CHI HA INTUITO PUO’ CAPIRE CHE IN TUTTO CIO’ PUO’ ESSERCI LA REGIA DEL GRANDE ASSENTE.

  5. Ale ha detto:

    a me pare il contrario: tutti pensavano che ci cascasse, e ha fatto una buona finta di caderci….ma ora sta uscendo fuori il Merolla che piace e che serve a Cisterna!

    così ci piace, pugno duro contro chi non crede nelle potenzialità di Cisterna, i vari: Carturan – Capitani – Martelli …non possono arrogarsi il diritto di scegliere ancora le sorti di questa città, forza Merolla!

  6. DORIANO FIERAMONTI ha detto:

    Tutti lo sapevano tutti lo dicevano in tanti lo avevano avvisato,ma lui testardo ed onesto come un Merolla c’e’ cascato!

  7. nessuno ha detto:

    solito valzer di nani e ballerine di craxiana memoria…

  8. criticus ha detto:

    L’assessore favale per avere quel comportamento avrà avuto le sue buone ragioni,sicuramente è stato anche provocatorio il suo intervento in consiglio comunale, penso comunque che era cosciente di quello che gli sarebbe capitato dopo.La revoca a carrozza non si riesce a spiegare solo perchè di riferimento allo stesso gruppo di favale ma poi è cosi veramente vicino al gruppo capitani? alla maggior parte delle persone sembra vicino anche a carturan. E Poi infine la revoca a rosina ma non era stato insieme ad altri qualche mese fà uno strenuo difensore di merolla contro altri potentati locali?Si parla anche di ”ricatti” ma la democrazia non è una cosa che si compra allaCOOPERATIVA .In ogni modo secondo molti amici e compagni si stava meglio quando c’era carturan ora c’e uno spirito di emulazione troppo marcato, l’originale ha un altro passo un’ altra personalitàun’ altro credo si dice di essere coesi per andare avanti per iprossimi anni ma la vedo dura che si possa andare avanti ,cosi’ anzi durissima raccomandiamoci a san rocco è lunica speranza ..

  9. cisternese ha detto:

    Antoneeeeeeee, non demordere

I commenti sono chiusi.