CONSIGLIO STRAORDINARIO ODIERNO ED ALTRE UTILI NOTIZIE IN MERITO ALLE CERIMONIE PREVISTE PER I CADUTI IN AFGHANISTAN

Al Consiglio comunale di oggi, ore 17,00, hanno aderito 22 sindaci, il Vescovo, il Prefetto, il Presidente della Regione, l’Assessore regionale Zappalà, i Consiglieri regionali pontini, il Questore, il Comandante provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il Presidente della Provincia.

Aprirà i lavori il Presidente del Consiglio, Mauro Carturan
Interverranno due esponenti del Consiglio comunale, il Sindaco Merolla, il Prefetto D’Acunto, il Presidente della Provincia Cusani, conclude il Presidente della Regione Polverini. LUTTO CITTADINO

E’ prevista per domani, mercoledì 19 maggio, intorno alle ore 8, l’arrivo della salme all’aeroporto di Ciampino.
Dalle 16 alle 20 verrà allestita la Camera Ardente nell’Ospedale Militare “Celio” di Roma

Giovedì 20 maggio, alle ore 9,30 si terranno i funerali di Stato nella Chiesa di S.Maria degli Angeli.
Intorno alle ore 13 è previsto l’arrivo della salma di Massimiliano Ramadù a Cisterna, nella Chiesa S.Maria Assunta in Cielo dove verrà allestita la Camera Ardente fino alle 17.
Alle 17/17,30, in Piazza XIX Marzo, si svolgeranno i funerali cittadini.

Per Giovedì 20 maggio sarà indetto il lutto cittadino

n.b.: potrebbero esserci delle variazioni “last minute”

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca. Contrassegna il permalink.

22 risposte a CONSIGLIO STRAORDINARIO ODIERNO ED ALTRE UTILI NOTIZIE IN MERITO ALLE CERIMONIE PREVISTE PER I CADUTI IN AFGHANISTAN

  1. Carmen ha detto:

    idem

  2. blabla ha detto:

    mi sembra di essere intervenuto su questo blog quattro o cinque volte e già mi consideri un ” arrogante ?”
    solo perchè evidenzio delle verità ? degli errori ?
    Non replico più su questo argomento al fine di evitare polemiche inutili.
    Ciao e buona giornata a tutti

  3. Carmen ha detto:

    Certe parole nel linguaggio comune assumono significati diversi da cio’ che realmente nella lingua italiana significano.
    Hai dato modo in altre circostanze di esser arrogante e questo puo’ aver deviato il mio pensiero,
    Ma la sostanza per me non cambia, in questo blog solo polemiche sterili ed inutili

  4. blabla ha detto:

    Cara Carmen “ignoranza” non per offendere ma perchè “ignori”………………..forse per partito preso ?
    A buon intenditor…………………..
    Buona giornata.

  5. Carmen ha detto:

    Avevo promesso a me stessa di non scrivere piu’ e ci sono ricaduta, non ho mai offeso nessuno e non intendo essere offesa da un maleducato come te . Ricorda non sai mai chi hai di fronte e quella persona minimo e’ come te.
    A buon intenditor…………………………………………..

  6. mike ha detto:

    ??????????????????????????????

  7. addetto ai lavori ha detto:

    NON CREDO PROPRIO

  8. cittadino ha detto:

    caro ADDETTO AI LAVORI o presunto tale…

    nei manifesti funebri il tricolore si mette al contrario…

  9. blabla ha detto:

    Cara Carmen
    ho sempre difficoltà a confrontarmi con l’ignoranza.
    Buona serata a tutti.

  10. addetto ai lavori ha detto:

    Carmen, bla bla . come si e’ firmato , non ha detto che i commercianti sono deficienti, ma nella lettera che ho ricevuto anche io non c’e scritto da nessuna parte di listare il tricolore a lutto . e molti commercianti ho hanno chiesto cosa bisognava fare o non hanno chiesto e si sono limitati ad esporre il tricolore in ogni forma anche sotto forma di palloncini . MA CHE E’ UNA FESTA quindi non hanno capito il significato della lettera non hanno ragionato.
    Il manifesto citato da bla bla e un manifesta istituzionale dell’Amministrazione Comunale di Cisterna e la pubblicita’ poteva essere esposta in maniera piu consona alla circostanza . in maniera piu piccola ed ad un lato .
    Ma come tu dici Massimiliano ci sta guardando dall’alto ma nessuno si e’ accorto che anche il tricolore sul manifesto e’ posto male e’ stato inserito ROSSO BIANCO E VERDE ANZICHE’ VERDE BIANCO E ROSSO . e’ possibile che nessuno dell’Amministrazione si e’ accorto di questo grande errore.
    Massimiliano avra’ detto che caspita a Cisterna non sanno neanche come vanno posti i colori della Bandiera che rappresento,

    ONORI A TUTTI E DUE I CADUTI

    ADDETTO AI LAVORI

  11. Carmen ha detto:

    Hai trattato da deficienti i commercianti di Cisterna, che devono essere imboccati su tutto,
    e poi la pubblicita’ a chi e’ stata fatta, se su ogni manifesto funereo c’e’ la scritta delle pompe funebri. Qui si descrive il dolore e non mancate occasione di fucilare chi sbaglia e se sbaglia ma sopratutto che fa. Caro Massimiliano da lassu’ starai conoscendo una Cisterna diversa dal tuo immaginario, pero’ altrettanto starai vedendo chi ti onora e soffre la tua mancanza e saremo certamente di piu’.
    Da lassu’ chiedi protezione per Cisterna ne abbiamo bisogno .!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11

  12. balbla ha detto:

    A fianco dei famigliari tutti in questo triste momento ed
    ONORE AL SERGENTE MASSIMILIANO RAMADU’

    Scusatemi se in questa circostanza evidenzio due “cafonate” dell’amministrazione comunale che doveva
    risparmiarci la pubblicità all’agenzia delle pompe funebri sul manifesto …………………. e la circolare indirizzata ai commercianti di Cisterna con la quale invitava gli stessi ad esporre il TRICOLORE dimenticando di segnalare che in queste circostanze il TRICOLORE va listato a LUTTO

  13. U79 ha detto:

    Senza voler sembrare ipocrita, anzi, ma su questo blog si riesce a litigare anche in circostanze come queste?
    In ogni caso sono daccordo con chi dice che Massimiliano non è morto per il valore Patria, è evidente che non è così.
    Voglio credere, ed in questo voglio essere della stessa opinione di Carmen, che sia morto per la “pace nel mondo”; espressione quasi da candidata a miss Universo, ma dal grandissimo valore. Massimiliano è morto, spero, per qualcosa di ancor più grande della Patria, per la libertà e la serenità dell’Uomo. Dico “voglio credere” che sia così perché tendo a essere cinico, sospettoso (o forse solo realista) e come nessuno infatti mi chiedo: perché il quella zona del mondo si e in altre no?! Massimiliano infine era li evidentemente per grande senso del dovere: sposato da neanche un anno, chi glielo ha fatto fare ad andare in un contesto estremamente pericoloso?! C’era bisogno di lui e andando li avrebbe avuto un ritorno economico importante per fare vivere meglio la sua giovane famiglia: quindi ripeto grande senso del dovere, verso il suo Corpo e verso sua moglie. Ed è a lei che va il mio pensiero perché lei non ha perso un soldato, non ha perso un “eroe” (che poi il vile attentato non gli ha dato neanche la possibilità di mostrarsi tale). Anna ha perso il marito, il compagno che aveva scelto per la vita, un pezzo importante di futuro: di una medaglia, di un’epigrafe delle istituzioni, di una bandiera ammainata se ne fa niente. Anche per lei, che dovrà svuotare la loro casa delle cose di Massimiliano, spero che realmente lui sia morto per un bene importante come la “Pace nel mondo”.

  14. Carmen ha detto:

    “Il nemico non è alle porte della patria ma questi fatti succedono a migliaia di chilometri di distanza. L’ultima volta che la patria italiana è stata in pericolo ed occupata è stata liberata da quei partigiani che hanno fatto la resistenza e lottato insieme alle nazioni democratiche contro il nazifascismo”
    non solo dai partigiani(figura che va rivista perche’ tanti di dx non accettavono il regime , ma questo e’ un discorso troppo lungo e va affrontato con serenita’)ma anche dalle forze alleate. vedi caro Nessuno io non ho pensato ai loschi giri di soldi , ho pensato a quelli che voce non hanno e subiscono le tirannie degli oppressori.
    E’ vero tante zone nel mondo subiscono violenze , devi sapere che conosco la realta’ musulmana e non la condivido. non sopporterei la Turchia in Europa ecc ecc.
    ma tutto questo ha bisogno di spazio adeguato e tanto tempo di discussione, noi possiamo fare poco, ma il mare e’ fatto di tante piccole gocce.
    sicuramente il ns fine e’ lo stesso LA PACE nel mondo
    e questo sentimento non ha colore ne razza.
    spero di non esser stata prolissa e poco chiara. Saluti.

  15. nessuno ha detto:

    caro cittadino, sviluppare un ragionamento è così difficile? Altro che tacere, democrazia è confronto, anche aspro, ma basato sulla razionalità…

  16. cittadino ha detto:

    nessuno, abbi rispetto in un momento così delicato del contesto che stiamo vivendo. taci, per favore.

  17. nessuno ha detto:

    cara Carmen, vedo che hai sentimenti positivi e quindi voglio ragionare con te: sono d’accordo con medici senza frontiere ecc. e penso che talvolta anche l’uso di missioni militari – in circostanze particolarissime – sia possibile. Ma in quel paese, come in Iraq – dove si è andati sulla base di una bugia criminale ( le armi di distruzione di massa… ) ci sono interessi economici legati al contesto geopolitico mediorientale ed al controllo principalmente delle fonti energetiche fossili. Altrimenti se le nazioni “occupanti” si muovessero per i buoni sentimenti ( pace, democrazia ) sarebbero presenti in moltissime altre aree a cominciare dal Sudan dove la maggioranza musulmana stà attuando veri e propri genocidi verso la minoranza cristiana ed animista.
    Comunque i tuoi sentimenti mi ispirano profondo rispetto per quello che dici e per questo NON POSSIAMO TACERE.
    Ovviamente ho premesso l’altra volta la profonda stima, ammirazione e rispetto per i soldati impegnati sul posto, la solidarietà immensa alla famiglia Ramadù.
    Questo non ha nulla a che vedere con la riflessione sul senso della missione e con la necessità di interrogarci se continuare o sganciarci… Mi sembra che anche un ministro della Repubblica, Calderoli, abbia iniziato a riflettere. Provo pena per la retorica bolsa del signor “cittadino” che tuona vergogna e parla di patria a vanvera. Il nemico non è alle porte della patria ma questi fatti succedono a migliaia di chilometri di distanza. L’ultima volta che la patria italiana è stata in pericolo ed occupata è stata liberata da quei partigiani che hanno fatto la resistenza e lottato insieme alle nazioni democratiche contro il nazifascismo.

  18. cittadino ha detto:

    nessuno, vergognatii!! tu e tutti quelli che in circostanze simili vengono a parlare di resistenza, di partigiani e similari.

    Onore al Sergente Massimiliano Ramadù, eroe cisternese caduto per la Massima Causa: la Patria!

  19. Carmen ha detto:

    Ti sei mai chiesto come possiamo liberare le donne e i bambini che subiscono violenze di ogni tipo, le persone anziane che non hanno piu’ forza e lacrime da versare dopo una vita di stenti e patimenti? non certo stando dietro una scrivania come noi, o con i miseri euro donati !
    Li non hanno nulla neanche un’aspirina x il mal di testa.
    Viva tutte le forze armate mondiali, i medici senza frontiere,
    viva tutti coloro che lavorano e si adoperano per la dignita’ umana, per la pace e la democrazia. e perdono anche la vita con spirito di sacrificio personale e delle loro famiglie.
    A volte si perdono buone occasioni per tacere!!!!!!!!!!!!!come hai fatto tu.
    Io credo che ognuno di noi debba pensare solo per un minuto di perdere la propria liberta’ e dignita’ e di essere un afgano oppresso e che nessuno pensi a noi , solo cosi’ si aprezza cio’ che si ha , e non staremmo li ha criticare un manifesto e cercheremo chi ci porta la pace .

  20. X NESSUNO ha detto:

    cit. :Prima di scrivere certe frasi bisognerebbe collegare la spina che lega il cervello alla ragione.

    appunto, collega la spina al cervello prima di parlare!!!

  21. mike ha detto:

    ma hai letto bene quello che hai scritto!

  22. nessuno ha detto:

    Dopo il cordoglio e la vicinanza dovute alle famiglie lasciatemi una amara riflessione sull’epigrafe affissa dall’amministrazione comunale. Siamo sicuri che con le missioni militari si esporti la “Pace” e la “Democrazia”? La pace non si impone ma si costruisce giorno per giorno con la fratellanza ed il rispetto reciproco tra le genti; la democrazia nasce dal profondo dello spirito civico di un popolo, attraverso un processo anche doloroso ( leggasi la Resistenza per l’Italia ) e non è certo uno schema astratto da imporre con la forza. Non funziona e rischia di allontanare dalla democrazia anche i popoli che l’hanno storicamente sperimentata e sviluppata. Prima di scrivere certe frasi bisognerebbe collegare la spina che lega il cervello alla ragione.

I commenti sono chiusi.