3° RADUNO REGIONALE BERSAGLIERI

DA DOMANI DUE GIORNATE CON I FANTI PIUMATI

SFILERA’ ANCHE IL NONNO DEI BERSAGLIERI DI CISTERNA (100 ANNI), CONCORSO A TEMA PER LE VETRINE DEI NEGOZI

Stanno per arrivare, alcuni sono già qui. I Bersaglieri in congedo e non del Lazio, ma non solo, si sono dati appuntamento per questo week end a Cisterna di Latina.

L’occasione è il 3° raduno regionale in occasione del 25° anniversario del Monumento al Bersagliere sito a Cisterna, opera dello scultore Palmiero Ianiri, e che al suo interno custodisce il frammento osseo di un bersagliere ignoto.

Questa mattina si è tenuta, nel Palazzo Comunale, la conferenza stampa di presentazione dell’evento. Era presenti il Sindaco Antonello Merolla, il Presidente dell’Associazione Nazionale Bersaglieri “Forconi” di Cisterna, Marcello Comandini, il coordinatore della manifestazione Maurizio Prosperi.
Davvero nutrito il programma proposto dall’associazione Forconi organizzatrice del raduno con il patrocinio della Provincia di Latina e del Comune di Cisterna che ha messo a disposizioni inoltre la sua struttura, la logistica ed un contributo economico.
È previsto l’arrivo di circa un migliaio di bersaglieri da tutte le province del Lazio ma anche da Napoli, Macerata, Caserta. Ci saranno la Fanfara Bersaglieri di Aprilia e di Valmontone che terranno un concerto sabato alle 18 rispettivamente in Piazza 19 e in Piazza Savoia. Grande attesa per l’esibizione della gloriosa Fanfara Bersaglieri Brigata Garibaldi di Caserta, la stessa che sfila ai Fori Imperiali per la Festa della Repubblica, che indosserà per l’occasione la storica divisa ottocentesca. E poi tante le rappresentanze istituzionali con il labaro regionale dei Bersaglieri decorato con 22 Medaglie d’Oro, 313 d’Argento, 315 di Bronzo e 102 Croci di Guerra. Tanti anche i comuni decorati che hanno aderito all’invito. Il clou della manifestazione si avrà domenica mattina a partire dalle 10,30 con le deposizioni delle Corone d’Alloro ai monumenti ai Caduti in Guerra, al Bersagliere e, dalle 12,15, con la suggestiva sfilata a passo di corsa lungo il Corso della Repubblica al seguito della Banda Musicale di Cisterna e delle tre Fanfare dei Bersaglieri. Prosperi, Merolla, Comandini
Sfilerà anche, a bordo di una jeep, Umberto Bertocchi, bersagliere di Cisterna che lo scorso 1° aprile ha compiuto 100 anni.
Approntato un piano parcheggi per gli ospiti ‘piumati’: all’ingresso nord presso l’ex Mulino Luiselli, a sud di fronte il Poliambulatorio, per i pullman nell’area ex Nalco.
I negozi potranno rimanere aperti ed è stato indetto un concorso che premierà le migliore tre vetrine  allestite a tema sui Bersaglieri. Coinvolte anche le scuole con gli studenti delle classi 1° e 2° media che sui bersaglieri hanno realizzato disegni ed elaborati e 50 di questi verranno esposti, a partire da sabato mattina, nella Sala Merolla di Palazzo Caetani. In Piazza 19 Marzo durante la manifestazione funzionerà un servizio postale con annullo speciale
Previsto anche un evento nell’evento: sabato alle ore 11,30, in Piazza 19 Marzo, verrà esposta e presentata in anteprima mondiale la nuova imbarcazione della Jolly Drive Marine di Cisterna che parteciperà al Power Boat P1 World Campionship 2010.

“Siamo pronti ad accogliere questo grande evento regionale – ha commentato il Sindaco Merolla -. Ringrazio l’Associazione Bersaglieri di Cisterna per questa bella iniziativa in cui l’Amministrazione crede e sta lavorando in team su più settori affinché possa riuscire bene e Cisterna si confermi città vivace ed ospitale. Sarà un evento di grande rilevanza istituzionale ma anche di gioia e socializzazione perché i Bersaglieri, oltre ai valori di sacrificio ed onore della Patria sono testimoni anche di tanta simpatia e sono certo che Cisterna saprà ricambiare con una folta partecipazione ed un caloroso affetto”.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Associazioni, Avvenimenti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a 3° RADUNO REGIONALE BERSAGLIERI

  1. Virghil ha detto:

    Pur essendo fondamentalmente antimilitarista , sono comunque riconoscente nei confronti dei BERSAGLIERI .

    Grazie ai BERSAGLIERI guidati dal generale Raffaele Cadorna , ROMA fu’ annessa all’ITALIA .

    LA PRESA DI ROMA del XX SETTEMBRE 1870 , decretò la fine dello Stato Pontificio e del potere temporale dei papi , e l’annessione di Roma al Regno d’ Italia .

    Naturalmente non mancarono le reazioni della chiesa , ed un primo provvedimento fu’ quello di SCOMUNICARE i bersaglieri , in quanto “responsabili ” di tale atto .

    Altra piccola curiosita’ , subito dopo il generale Cadorna il 25 settembre decise di riconoscere la Giunta di Governo che si era formata ed era costituita sotto la presidenza di Michelangelo Caetani, duca di Sermoneta , ….e di certo frequentatore anche di Cisterna e del suo territorio .

    EVVIVA IL XX SETTEMBRE 1870 , GRAZIE BERSAGLIERI .
    EVVIVA L’ITALIA LAICA E UNITA .

    ….Il generoso contributo dei bersaglieri italiani c’e’ stato , anche i sacrifici dei padri risorgimentali e’ indiscutibile , l’impegno pagato a caro prezzo per sostenere coerentemente gli ideali repubblicani di unita’ e di laicita’ per una ITALIA UNITA E INDIVISIBILE e’ storicamente incontestabile .

    Ora invece , ai valorosi uomini del RISORGIMENTO ITALIANO non rimane nient’altro che rigirasi nelle loro tombe , vista l’attuale situazione della penisola alla vigilia dei 150 anni dall’UNITA’ D’ ITALIA !

    EVVIVA L’ITALIA UNITA E LAICA !

I commenti sono chiusi.