Nuovi ed ampi locali per la casa famiglia per disabili

La casa famiglia per disabili nata nel 2007 e facente parte del distretto sanitario Aprilia – Cisterna comprendente anche i comuni di Cori e Rocca Massima, ha trovato una nuova sede, in località Borgo Flora, a Cisterna.

Si tratta di due strutture immobiliari comunicanti per una superficie totale di circa 200 mq dislocata su di un unico piano, di nuova edificazione, dotata di ampi spazi esterni: porticato, cortile e giardino.

L’immobile è privo di barriere architettoniche e si compone di sei stanze da letto, uno studio, due soggiorni, una cucina, quattro servizi igienici, un ripostiglio.
Gli spazi esterni consentiranno lo svolgimento di attività all’aria aperta durante la primavera e l’estate, mentre la collocazione nell’area di nuova espansione di Borgo Flora permetterà di usufruire dei vari servizi di cui è dotata la borgata, uno stile di vita più sereno rispetto al centro urbano, la possibilità di instaurare relazioni sociali e d’integrazione con la comunità locale.

E’ certamente – ha commentato l’Assessore alle Politiche Sociali, Fabio Carrozzauna soluzione più congeniale rispetto ai locali, troppo isolati ed angusti, siti nel quartiere San Valentino, sopra il centro diurno dell’Anffas; locali che necessitavano di ulteriori investimenti economici per renderli fruibili ai disabili e che comunque saranno utilizzati per altre attività sociali diurne ma certamente non come residenza.

La nuova ed ampia struttura sita a Borgo Flora è stata pienamente condivisa da tutti i rappresentanti dei comuni facenti parte del distretto di zona ASL in quanto dotata di locali più ampi e certamente più rispondenti ad una migliore qualità della vita dei disabili gravi che saranno ospitati. Ottimale anche l’ubicazione in un borgo in espansione, con la possibilità di utilizzare la palestra sportiva e gli altri servizi già esistenti tra cui studi medici, chiesa, sportello postale, esercizi commerciali, scuole, ed a breve anche una nuova farmacia”.

Questa amministrazione – ha commentato il Sindaco Antonello Merollanon naviga a vista, come qualcuno ha detto. Al contrario. Abbiamo valutato il problema e cercato di dare la migliore risposta possibile. Anziché dei locali angusti in un’area decentrata di un quartiere comunque lontano dal centro urbano e con una realtà sociale non priva di disagi, la nuova casa famiglia per disabili avrà a disposizione due nuove villette con ampio giardino e porticato esterno, senza alcuna barriera architettonica, fruibili senza ulteriori costi per la comunità e sostanzialmente al prezzo iniziale previsto. Il tutto in un ambiente esterno tranquillo e familiare".

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Servizi sociali. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Nuovi ed ampi locali per la casa famiglia per disabili

  1. Luana ha detto:

    In sintesi tutti gli abitanti della casa dei lillà si trasferiranno nella nuova struttura di B.go Flora?Chiedo scusa ma questa cosa non mi è ancora ben chiara.
    Saluti

  2. CARMEN ha detto:

    Per tanti di voi e’ solo un problema politico, vi siete mai messi nei panni delle persone bisognose , dei genitori , dei servizi sociali che devono risolvere problemi molto piu’ grandi di una “semplice” locazione? e ben venga una casa con sole, aria , fiori e tanto spazio dove poter passare del tempo in armonia. Prima di parlare riflettete al bisogno reale che si ha , sia da una parte (associazione) sia dall’altra (istituzioni)!!!!!!!!!!
    Aprire solo bocca non serve.
    Io credo che se l’amministrazione non avesse risolto il problema sarebbe stata tacciata di superficialita’ , incompetenza e senza sensibilita’ verso i diversamente abili:!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    O NO ????? Io non conosco i problemi “politici” ma capisco la soluzione del problema e credo anche risolto non senza difficolta.

I commenti sono chiusi.