EMERGENZA ABITATIVA: IL SINDACO MEROLLA E IL P.D.L. DOPPIAMENTE COLPEVOLI

Gli sgomberi delle case popolari occupate abusivamente nel quartiere di San Valentino hanno riproposto la questione abitativa a Cisterna. Dobbiamo distinguere 2 aspetti: gli sgomberi delle case popolari dall’emergenza abitativa con conseguente disagio sociale e gli sgomberi che riguardano abitazioni occupate abusivamente cioè infrangendo leggi. Ed è giusto che il Sindaco Merolla si richiami alla legalità, altrimenti rischiamo di far diventare Cisterna un “far west”. Dobbiamo, però, sempre ricordare che a Cisterna vi sono tantissime persone che aspettano l’assegnazione di una casa popolare in silenzio e rispettando la graduatoria, pur soffrendo situazioni di disagio sociale indicibili. Chi soffre in silenzio non soffre meno di tanti altri.image

Però un Sindaco ed una amministrazione non possono semplicemente richiamarsi alla legalità per nascondere le proprie responsabilità.

Chi fa politica deve in primo luogo evitare che la questione abitativa diventi un’emergenza; in secondo deve approntare valide soluzioni per fronteggiare situazioni di urgenza e disagio. Riguardo questi aspetti considero Merolla, il suo predecessore Carturan e il P.d.L. doppiamente colpevoli.

In questi ultimi 4 anni le abitazioni popolari vuote, cioè non abitate, non sono state dal Comune assegnate agli aventi diritto; non è stata svolta alcuna iniziativa politica di impulso agli uffici per procedere alle assegnazioni. Le case sono così rimaste vuote ed incustodite e sono state oggetto di occupazioni abusive da parte di famiglie comunque disperate. Sarebbe bastato poco per evitare la drammatica situazione attuale.

Ora abbiamo famiglie che, pur avendo anche occupato una abitazione abusivamente, si trovano a fronteggiare con bambini e malati un evento comunque difficile e devastante. Anche su questo fronte Merolla, Carturan e il P.d.l. sono politicamente colpevoli. Ricordo esattamente un anno fa la decisione dell’allora Sindaco Carturan e dell’amministrazione P.d.L. di chiudere il centro di prima accoglienza "I Girasoli", situato proprio a Cisterna. Ricordo esattamente, a fronte delle proteste del Partito Democratico, gli interventi della maggioranza, volti a sostenere che a Cisterna le priorità erano altre. Il Centro “I Girasoli” aveva proprio la funzione di tamponare situazioni di emergenza abitativa dando un ricovero decoroso a donne e a bambini improvvisamente senza un tetto, in attesa che i Servizi Sociali elaborassero un piano volto al superamento del disagio.

Oggi, come nelle settimane precedenti, assistiamo ad un Comune impotente a dare risposte a chi ne ha bisogno, che si nasconde dietro promesse di sanatoria; tutto ciò era prevedibile ed evitabile con una lungimirante ed attenta azione politica. I nodi prima o poi vengono sempre al pettine.

Il Capogruppo del Partito Democratico

Sandro Di Mario

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Servizi sociali e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a EMERGENZA ABITATIVA: IL SINDACO MEROLLA E IL P.D.L. DOPPIAMENTE COLPEVOLI

  1. Virghil ha detto:

    ….Finalmente qualcosa che sa’ di opposizione !

    Ebbene prima di Natale , la protesta di una giovane coppia senzatetto e adesso comincia a farsi strada il fenomeno del disagio e dell’emergenza abitativa su vasta scala !

    …Eppure , non ci vorra’ poi molto ad arcorgersene , LE CASE ( invendute e disabitate ) A CISTERNA NON MAMNCANO !

    Esse costituiscono il vero e proprio SACCO EDILIZIO DI CISTERNA dell’ultimo decennio , a favore degli speculatori e delle imprese costruttrici private ( perdipiu’ in gran parte non di Cisterna ) .

    Non dimentichiamo che sono state fatte infinite variazioni urbanistiche per rendere edificabili vaste aree agricole , nonostante il continuo richiamo delle sirene per la valorizzazione del territorio e dei loro prodotti

    E TUTTO E’ STATO FATTO SOTTO LA “MEMORABILE” AMMINISTRAZIONE CARTURAN , ….sarebbe piu’ che gradita una considerazione del sindaco Merolla a tal proposito , …vasti territori consegnati alla speculazione edilizia privata a danno del territorio e di numerose famiglie che aspirano ad avere un alloggio !

    Eppure il sindaco Merolla ,continua ad incensare il “formidabile periodo Carturan” come fosse stato il decennale delle grazie e dei miracoli impossibili !

    ….Ed ecco improvvisamente , una delle tante eredita’ lasciate dal “prodigioso” sindaco predeccessore di Merolla .

    Incalcolabili metri cubi di cemento devastante sotto forma di palazzine e villette a schiera private ,…cementificazione che continua inspiegabilmente tutt’ora !

    Dove sono i piani di edilizia popolare ?
    Dove sono i piani di edilizia convenzionata ?
    Dove sono le abitazioni a prezzo agevolato ?

    Eppure il cattivo esempio e’ a pochi Km da noi , …Si vuole rendere Cisterna come Aprilia ?

    ….Visti i risultati ci si sta’ comunque riuscendo !

I commenti sono chiusi.