DANNI CAUSATI DALLA TROMBA D’ARIA. CHIUSA LA SCUOLA GIOVANNI CENA. CHIESTO LO STATO DI CALAMITA’ NATURALE

Cisterna, questa mattina si è risvegliata con i segni lasciati dalla tromba d’aria che intorno alle 3 e mezza ha colpito e causato danni in quasi tutto il territorio.
Le zone maggiormente colpite risultano a nord ed a sud della superficie comunale. Traffico interrotto fino alle 11 di questa mattina sulla via Provinciale per Latina, in località Borgo Flora per una serie di alberi caduti sulla strada. Alberi abbattuti anche a Le Castella, Collina di Pini e persino nella centralissima Piazza Aurelio Saffi. Molti i rami caduti sulle strade, recinzioni e su alcune auto in sosta. Divelti molti pali della segnaletica stradale, gazebo, alcune serre. Danni si sono registrati anche sulla rete elettrica e telefonica.
Immediato è stato l’intervento dei volontari della Protezione Civile di Cisterna successivamente supportati dai Vigili del Fuoco di Aprilia e di Latina, dalle Forze dell’Ordine, dalla Polizia municipale e dal personale comunale.
La tromba d’aria ha colpito anche alcune scuole. Con un’ordinanza sindacale il Sindaco ha disposto tre giorni di chiusura del plesso scolastico Giovanni Cena che ha riportato i danni maggiori, mentre su tutti gli altri plessi sono in corso sopralluoghi di verifica ma la situazione non sembra destare preoccupazione.
“Da una prima valutazione – ha commentato il Sindaco Antonello Merolla – è necessario chiudere la scuola Cena per effettuare urgenti interventi sul tetto dove la tromba d’aria ha causato il distaccamento della guaina di protezione. Nel pomeriggio ci sarà una riunione di coordinamento per fare il punto della situazione. Immediati sono scattati gli interventi di ripristino soprattutto della viabilità e messa in sicurezza dei luoghi. La situazione è sotto controllo ed è inutile creare dei falsi allarmismi. Non risultano importanti danni strutturali sulle strutture scolastiche e comunque verranno effettuarti tutte le verifiche del caso. Mi sono recato personalmente sui luoghi dove si sono verificati i danni maggiori ed ho potuto apprezzare l’impegno dei volontari della Protezione Civile, della Forze dell’ordine e del personale comunale coinvolto e che pubblicamente ringrazio. E’ certo che chiederemo il riconoscimento dello stato di calamità e pertanto da lunedì sarà disponibile sul sito internet del comune e presso il comando di Polizia municipale un modello unico da compilare con i danni riportati. Ma già da ora il Comando di Polizia municipale è a disposizione per la presentazione di eventuali segnalazioni e foto.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca. Contrassegna il permalink.