IL PRESIDENTE BERLUSCONI AGGREDITO DA UN MANIFESTANTE

Era iniziato sulle note di “Meno male che Silvio c’è”,  il comizio a Milano di Silvio Berlusconi concluso con un piccolo parapiglia. Il premier mentre andava via è stato colpito da un oggetto metallico brandito da un manifestante. Sembra si trattasse di una piccola riproduzione del Duomo di metallo. Snap259 L’oggetto ha colpito il premier al labbro provocandogli una ferita. Berlusconi a quel punto è andato alla sua macchina ed è stato portato via. Il manifestante, un 45enne, è stato subito fermato dalla polizia e portato in questura. Avrebbe urlato "non sono nessuno…".

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, Persone, Politica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a IL PRESIDENTE BERLUSCONI AGGREDITO DA UN MANIFESTANTE

  1. Virghil ha detto:

    ISTIGAZIONE A DELINQUERE

    La violenza, l’istigazione alla violenza, l’apologia di reato, dentro e fuori dal web, vanno bandite, perseguite e punite severamente, e le leggi peraltro già ci sono. Basta solo farle rispettare, sempre: chiunque commetta questi reati, a cominciare da chi occupa una carica pubblica. Siamo tutti d’accordo, vero?

    Dal Corriere.it di oggi:

    ROMA – Chi istiga a commettere delitti contro la vita e l’incolumità delle persone o ne fa apologia, sarà punito con la reclusione da tre a dodici anni. Se il fatto è commesso avvalendosi di comunicazione telefonica o telematica (internet e social network), la pena è aumentata. È quanto contenuto nel disegno di legge presentato dal senatore Raffaele Lauro (Pdl).
    DOPO L’AGGRESSIONE A BERLUSCONI – «L’aggressione a Berlusconi ha evidenziato la necessità di intervenire sul fenomeno diffuso, caratterizzato da esortazioni alla violenza e all’aggressione mediante discorsi, scritti e interventi che, in virtù delle moderne tecnologie informatiche, riescono ad acquisire una rilevanza mediatica significativa», ha spiegato Lauro, secondo il quale «è diffusa, anche tra i minorenni, l’abitudine a utilizzare gli strumenti informatici per ledere la dignità delle persone con diffamazione, ricatti e ingiurie a sfondo sessuale o razzista. Il legislatore non può più attendere», ha aggiunto il senatore.

  2. Virghil ha detto:

    Il premier aggredito da un aggressore isolato e in trattamento terapeutico decennale per motivi psichiatrici .
    Il popolodellaliberta’ ( condizionata ) trova invece il pretesto di attribuire ad altri la responsabilita’ di tale gesto .
    Ed individua i mandanti morali di tale aggressione in ….MARCO TRAVAGLIO , SANTORO , DI PIETRO diffondendo tali becere menzogne dai loro megafoni fatti di tv e giornali !

    Perche’ il pdl e’ da sempre estraneo a metodi di contestazione da piazza , non ricordando le numerose manifestazioni organizzate nei confronti del governo Prodi .

    In attesa della santificazione e dell’edificazione del santuario di Arcore !

  3. nessuno ha detto:

    Già da alcuni giorni non vedo commenti a queste immagini terribili. Come avversario politico del centro destra esprimo tutto la mia solidarietà al Presidente del consiglio. Questi fatti non sono tollerabili. Spero in una pronta guarigione ed in un rapido ritorno all’attività politica del Capo di governo: da parte mia continuo a battermi perchè Silvio Berlusconi sia sconfitto POLITICAMENTE come avviene nelle normali democrazie.
    AUGURI PRESIDENTE

I commenti sono chiusi.