AREA EX LOCATELLI

Molto “interessante” la discussione che si è aperta sull’area in oggetto. Consiglio di leggere con attenzione i vari interventi.

Buona giornata e…riflettete, riflettete…

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a AREA EX LOCATELLI

  1. Virghil ha detto:

    Fino agli anni 70 , tale area era utilizzata a Cisterna come deposito della ditta Galbani-Locatelli di Milano , in seguito per tale deposito fu’ decisa la chiusura ( delocalizzazione per l’esatezza ) dalla stessa ditta Galbani-Locatelli .

    Dopodiche’ con l’avvento degli anni 80 e del rampantismo politico che ha dato inizio agli anni “memorabili ” (?) fino ai nostri giorni , giravano a Cisterna ( tra cambi di casacca e di partito ) grandi progetti ( a parole ovviamente ) e la garanzia era data ( strumentalmente a mio parere ) da un “signore ” di spropositata corporatura che , oltre ad essere sindaco ( e lo e’ stato fino alla scorsa estate ) era medico ( del SSN ) nonche’ presidente della cooperativa CISTERNINO .

    Era naturale per costui , metiere voti e consensi visto i ruoli che ricopriva , e guarda caso il suo naturale serbatoio di voti e’ sempre stata la zona di Cerciabella , B.go Flora zone limitrofe e gran parte delle zone rurali , dove era piu’ facile essere conosciuti e divulgare i propri progetti per la valorizzazione dei prodotti locali , in primis il Kiwy .

    Tant’e’ che oltre a richiedere la DOP per il kiwy di zona , venne creato perfino un proprio marchio ( le spese a carico dei contribuenti e’ ovvio ) quello che oggi appare sotto forma di kiwy-colosseo con la dicitura kiwy latina ,…. naturalmente l’amplificazione per tale marchio appena creato fu’ massima mentre i risultati ancora si stanno aspettando .

    Sempre in quel periodo di rampantismo politico , era nata una nuova idea di per se neanche male , ossia :

    creare nell’area ex locatelli un centro di raccolta agrolimentare di stoccaggio e distribuzione dei prodotti agricoli locali , con un occhio di riguardo per la produzione di kiwy . Per poter realizzare cio’ , fu’ presentato un progetto all’ U.E. che dopo averlo analizzato fu’ accettato con l’elargizione del relativo finanziamento .

    In seguito , ancora non sappiamo che fine abbiano fatto tali finanziamenti ( pubblici ) ma sappiamo benissimo pero’ l’abile cambio di destinazione dell’area ex locatelli .

    Con una delibera ad hoc , ci fu’ un rapido cambio di destinazione d’uso dell’area ( variazione urbanistica ) per renderla edificabile ( edilizia urbana ) e poterla rivendere a privati .

    Infatti oggi , grazie ai “formidabili anni ” , una ditta edile privata ( e comunque non di Cisterna mi sembra ) sta’ realizzando un residence dove si promette che abitarci sarà come vivere in vacanza tutto l’anno !

    I ” FORMIDABILI ANNI ” che hanno determinato speculazione edilizia a favore del privato , NON DI CERTO DEI RESIDENTI DI CISTERNA !

    Tale cementificazione , sotto forma di villette a schiera e palazzine residenziali non di edilizia di tipo sociale , HA FORSE MIGLIORATO LA QUALITA’ DELLA VITA A CISTERNA ?

    Per non dire della totale insoddisfazione di come e’ stato ridotto il corso della Repubblica !

    EPPURE C’E’ CHI CONTIUNA A DEFINIRE “MEMORABILI” TALI ANNI !!!

    …..E pur di non perdere l’entusiasmo di quei anni , si continua imperteriti sulla via della cementificazione ( a tutto beneficio dei privati ) a colpi di nuove delibere e “nuovi ” piani regolatori con annessi espropri a carico degli onesti cittadini !!!

    Cisterna da TERRA DEI BUTTERI a TERRA RICOPERTA DA METRI CUBI DI CEMENTO , MATTONI E ASFALTO PRIVATO .

I commenti sono chiusi.