LUTTO NAZIONALE:partecipazione del comune

Il Comune di Cisterna di Latina ha partecipato al lutto nazionale in memoria dei sei militari italiani caduti a Kabul nell’espletamento della missione Nato in corso in Afghanistan. Ha esposto le bandiere a mezz’asta sul palazzo comunale ed invitato gli edifici scolastici a fare altrettanto. La prevista cerimonia di raccoglimento per un munito di silenzio pubblico in Piazza Amedeo di Savoia, dinanzi al Monumento ai Caduti di tutte le guerre non si è potuto tenere a causa di una forte pioggia che proprio intorno alle 12 si è abbattuta sul centro cittadino. Per questo i dipendenti comunali, il Sindaco, gli amministratori ed i rappresentanti delle Forze dell’Ordine hanno osservato un minuto di silenzio all’interno dell’Aula Consiliare.
Il Comune di Cisterna di Latina ha partecipato al lutto nazionale in memoria dei sei militari italiani caduti a Kabul nell’espletamento della missione Nato in corso in Afghanistan.uff.stampa comune
Ha esposto le bandiere a mezz’asta sul palazzo comunale ed invitato gli edifici scolastici a fare altrettanto. La prevista cerimonia di raccoglimento per un munito di silenzio pubblico in Piazza Amedeo di Savoia, dinanzi al Monumento ai Caduti di tutte le guerre non si è potuto tenere a causa di una forte pioggia che proprio intorno alle 12 si è abbattuta sul centro cittadino. Per questo i dipendenti comunali, il Sindaco, gli amministratori ed i rappresentanti delle Forze dell’Ordine hanno osservato un minuto di silenzio all’interno dell’Aula Consiliare.
Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca. Contrassegna il permalink.

9 risposte a LUTTO NAZIONALE:partecipazione del comune

  1. Ben ha detto:

    X michele
    oltre che offendere le persone sai proporre qualcosa di interessante ?

  2. Michele ha detto:

    Maurizio mi piacerebbe sapere quando la finisci di fare la checca isterica?. Sei una pentola di fagioli, stai sempre li a brontolare. Lo yogurt scaduto è piu digeribile di te!.
    Ma è comprensibile… Sei uno scapolone quasi 60enne!
    Buon week-end
    Michele

  3. maurizio prosperi ha detto:

    Cara Sonia 79 sei curiosa di sapere come ci si doveva comportare?

    Tu vedere cammello camminare? tu pagare , tu non non pagare ?tu non vedere cammello camminare .

    ho studiato e pagato per svolgere il mio lavoro certo non lo insegno agli altri

    Ciao Maurizio

  4. sonia 79 ha detto:

    per Maurizio Prosperi: posso sapere cosa c’è di sbagliato in quel minuto di silenzio?
    come dovevano comportarsi?
    mi incuriosisce..

  5. maurizio prosperi ha detto:

    E come sbagliava Carturan e sbagliava anche molto , ed io ho sempre criticato ed a volte mi sono anche rifiutato di svolgere manifestazione per lui

    Maurizio

  6. Kraquele ha detto:

    Nulla di personale , caro Maurizio e di offensivo, sono i sentimenti che contano, pero’ Carturan era’ cosi bravo a nn sbagliare mai?
    anch’io tengo molto alla forma ,ma non si puo’ eternamente criticare se mai aiutare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ti saluto caramente

  7. maurizio prosperi ha detto:

    Kraquele, fare il cerimoniere e’ mio mestiere , tu sai come ci si deve comportare in questi casi? se si allora devi sapere il da farsi ,se non lo sai accetto il tuo commento critico , ma quello che si vede nella foto non e’ corretto.

    Sono diplomato nel cerimoniale cara Kraquele e non sono maggiordomo di corte .

    ciao maurzizio

  8. kraquele ha detto:

    Ma quando mai te ne stà bene una !!!!
    Almeno ci proviamo a rispettare i nostri angeli della pace, e non ci mettiamo ad osservare le piccole mancanze.
    Sei un perfetto maggiordomo custode del cerimoniale di corte. Dovresti essere assunto x questo .
    Buona notte !!!

  9. maurizio prosperi ha detto:

    Rispetto l’iniziativa di osservare un minuto di raccogliemento in onore dei nostri Soldati Caduti a Kabul, ma il Comune eviti per il futuro di pubblicare foto in manifestazioni particolari . in questa c’e da dirne molte di cose non regolari.
    Anche in tali circostanze c’e una regola da osservare.
    Maurizio Prosperi

I commenti sono chiusi.