LA BANDA MUSICALE SUONA PER ANGELO IANIRI

Si è tenuto ieri sera, presso il chiostro di Palazzo Caetani, a un anno esatto dalla scomparsa del Cav. Angelo Ianiri, il concerto in suo onore della Banda Musicale Città di Cisterna.  Angelo aveva coltivato per una vita la sua passione per la musica e in particolare per il suo strumento: il clarinetto. Già negli anni Cinquanta era capobanda della Banda Musicale di Cisterna fino agli anni Settanta, quando purtroppo, per varie vicissitudini, si sciolse. Ma fu proprio Angelo a battersi in prima persona perchè questa fosse ricostituita alla fine degli anni Ottanta proprio grazie a quella sua determinazione e passione che l’hanno portato a ricoprire il ruolo di Presidente.
La Banda Musicale di Cisterna ha portato lustro e prestigio ovunque si sia esibita e ieri sera, nell’incantevole cornice del chiostro di Palazzo Caetani, non è stata da meno. All’interno del concerto, che è durato più di un’ora e vedeva al suo interno la presenza di ben 45 musicisti, si sono alternati alla direzione diversi direttori di banda di paesi limitrofi: il Maestro Paolo Grenga, in rappresentanza della Banda di Sonnino, il Maestro Sergio Brusca, per la Banda di Priverno, e per quella di Bassiano il Maestro Vincenzo Vecciarelli.
Un evento che è nato dalla voglia di tutti i componenti della Banda di dimostrare l’affetto e la stima nutriti nei confronti di “Angelino” e la loro vicinanza ai familiari, rimasta salda anche dopo la sua morte. Nell’occasione il Sindaco Antonello Merolla ha consegnato alla moglie, la signora Giuseppina, una targa della Banda  Musicale, come ricordo della serata ricca di emozioni, ricordando inoltre la grande amicizia che univa il Angelo Ianiri con il Nicola Merolla, padre del Sindaco, morto solo due settimane prima dell’amico. Un’amicizia nata senza dubbio dagli interessi comuni, primo fra tutti quello verso Cisterna, città che entrambi hanno arricchito con la loro passione per le attività culturali e sociali. E a proposito di emozioni, tornando al concerto, grande ovazione ha ricevuto il giovane tenore cisternese, Stefano Marra che ha eseguito brani tradizionali del calibro di “’O sole mio”, “’O surdato ‘nnammurat”, “Con te partirò” di Andrea  Bocelli e “Nessun Dorma” che è stato richiesto, visto il grande successo, come bis della serata. Ma non solo. La Banda ha eseguito brani di Ennio Morricone, un excursus dei maggiori successi dei Pooh, riarrangiati dal direttore Secondino de Palma. Ha presentato la serata la giovane Valentina Cioffi. Al termine del concerto la Banda musicale ha intonato il celebre “Tanti auguri” dedicandolo ad uno dei fondatori nonché musicista della formazione, Mario Imperiali, che ha da poco celebrato il suo 80esimo compleanno.
Si è tenuto ieri sera, presso il chiostro di Palazzo Caetani, a un anno esatto dalla scomparsa del Cav. Angelo Ianiri, il concerto in suo onore della Banda Musicale Città di Cisterna.

BandaMusicale_Merolla_Giuseppina Ianiri

BandaMusicale_Merolla_Giuseppina Ianiri

Angelo aveva coltivato per una vita la sua passione per la musica e in particolare per il suo strumento: il clarinetto. Già negli anni Cinquanta era capobanda della Banda Musicale di Cisterna fino agli anni Settanta, quando purtroppo, per varie vicissitudini, si sciolse. Ma fu proprio Angelo a battersi in prima persona perchè questa fosse ricostituita alla fine degli anni Ottanta proprio grazie a quella sua determinazione e passione che l’hanno portato a ricoprire il ruolo di Presidente.

La Banda Musicale di Cisterna ha portato lustro e prestigio ovunque si sia esibita e ieri sera, nell’incantevole cornice del chiostro di Palazzo Caetani, non è stata da meno. All’interno del concerto, che è durato più di un’ora e vedeva al suo interno la presenza di ben 45 musicisti, si sono alternati alla direzione diversi direttori di banda di paesi limitrofi: il Maestro Paolo Grenga, in rappresentanza della Banda di Sonnino, il Maestro Sergio Brusca, per la Banda di Priverno, e per quella di Bassiano il Maestro Vincenzo Vecciarelli.
Un evento che è nato dalla voglia di tutti i componenti della Banda di dimostrare l’affetto e la stima nutriti nei confronti di “Angelino” e la loro vicinanza ai familiari, rimasta salda anche dopo la sua morte. Nell’occasione il Sindaco Antonello Merolla ha consegnato alla moglie, la signora Giuseppina, una targa della Banda  Musicale, come ricordo della serata ricca di emozioni, ricordando inoltre la grande amicizia che univa il Angelo Ianiri con il Nicola Merolla, padre del Sindaco, morto solo due settimane prima dell’amico. Un’amicizia nata senza dubbio dagli interessi comuni, primo fra tutti quello verso Cisterna, città che entrambi hanno arricchito con la loro passione per le attività culturali e sociali. E a proposito di emozioni, tornando al concerto, grande ovazione ha ricevuto il giovane tenore cisternese, Stefano Marra che ha eseguito brani tradizionali del calibro di “’O sole mio”, “’O surdato ‘nnammurat”, “Con te partirò” di Andrea  Bocelli e “Nessun Dorma” che è stato richiesto, visto il grande successo, come bis della serata. Ma non solo. La Banda ha eseguito brani di Ennio Morricone, un excursus dei maggiori successi dei Pooh, riarrangiati dal direttore Secondino de Palma. Ha presentato la serata la giovane Valentina Cioffi. Al termine del concerto la Banda musicale ha intonato il celebre “Tanti auguri” dedicandolo ad uno dei fondatori nonché musicista della formazione, Mario Imperiali, che ha da poco celebrato il suo 80esimo compleanno.
p.s.: mi scuso per la bassa qualità del video ma ieri sera avevo deciso di fare “lo spettatore”.  Non ci sono riuscito e con il telefonino non potevo fare di meglio (almeno con il mio). Cisternaonline sempre,  ovunque e con ogni mezzo per i miei lettori anche se, definire “indecorosa” l’immagine inviatami dall’uff. stampa del comune, è un gentile eufemismo.
Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca. Contrassegna il permalink.

2 risposte a LA BANDA MUSICALE SUONA PER ANGELO IANIRI

  1. Virghil ha detto:

    ….Anch’io , ho avuto modo di conoscere il Maestro Angelino ,
    sia come Maestro artigiano ( fine scalpellino d’altri tempi ) , sia come Maestro delle sette note .
    Ecco il mio omaggio nel suo ricordo :

  2. paolo ha detto:

    questo modo di ricordare Angelino è stato bellissimo, sono solo rammaricato di non aver potuto esser presente, ma con il cuore lo ero. Grazie a tutti per tutto ciò. Io, come tutti, sono sicuro che quando vedremo e sentiremo una banda suonare, lo vedremo allineato con il suo clarinetto , o al più fuori ad ascoltare per poi chiacchierare con i suoi colleghi di altre bande che senza gelosie apprezzava e stimava. E questo riconoscimento lo hanno fatto ora a lui.
    ciao Angelino ! tuo cugino paolo

I commenti sono chiusi.