FABIANO “RED” PELLINI AL BAR SAFFI ovvero se si vuole si può!

L’evento è di venerdì scorso e ho già postato un breve video della serata. Ritorno a parlarne perchè condivido in pieno il commento di U79: la jazz session proposta dal bar Saffi è stato l’evento migliore di questa estate cisternese appena iniziata e dimostra che proporre spettacoli di alta qualità è possibile e senza costi stratosferici. E’ vero che in molti, parlando tra loro di tutt’altro non hanno potuto apprezzare in pieno la bravura del musicista proposto ma si tratta di “abituare” a certi eventi il pubblico.  A proposito il grande “Red” Pellini è romano e suona il sax. Proprio perchè è romano posto un suo brano dedicato a Roma. Buon ascolto

Ai gestori del bar l’invito a continuare sulla strada intrapresa ed un solo appunto: non sarebbe meglio evitare che fumi e odori (sic!) di salcicce allietino i musicisti e gli spettatori? Pensateci…cerchiamo di non essere sempre “ilpaese dei panini e delle salcicce” e che diamine!

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cisterna Estate 2009, Musica. Contrassegna il permalink.

4 risposte a FABIANO “RED” PELLINI AL BAR SAFFI ovvero se si vuole si può!

  1. U79 ha detto:

    Io credo semplicemente che il Saffi non avesse altra scelta che mettere li la sua piastra, tra l’altro decisamente defilata rispetto al palco se si considerano gli spazi disponibili. Dubito che dentro abbia lo spazio necessario. Fare una cucina “alternativa” (panini freddi, friselle/panzanelle, insalatone assortite, tramezzini) sarebbe stato rischioso, Cisterna non è “pronta”. Non so inoltre se questi apparati mobili abbiano anche delle cappe da potervi applicare. Altre soluzioni (fare venire il pizzettaro ambulante o preparare dei primi, dall’odore più gradevole) avrebbero probabilmente anche ridotto il margine che, in questa occasione, andava massimizzato. Comunque è stata solo la prima di spero molte serate il margine per migliorarsi c’è tutto.

  2. sonia 79 ha detto:

    sai virghil quel “e che diamine!!” nel tuo commento ci sta proprio male… dovranno pur guadagnare questi bar o no?
    offrono la musica gratis a tutti, anche per chi non mangia salsicce mi sembra…

  3. MAURIZIO ha detto:

    purtroppo Cisterna e’ questa se non si trova il panino con la porchetta e salsicce , come si fa a pagare poi la parcella all’artista, solo con l’incasso dl caffe’ e birre? non credo

    si potrebbe trovare altra soluzione spostare i ” fornelli ” piu lontano possibile dalla pista di esibizione.

    Maurizio

  4. Virghil ha detto:

    ….Concordo pienamente , con la considerazione del Web master !

    Possibile che il tanfo delle salsiccie e degli hamburgher alla piastra siano INEVITABILI ?

    ….E che diamine !!!

I commenti sono chiusi.