LE GRIDA DI COMPARINI

Seduta vivace quella di ieri e si…mai le cose vanno come si spera ne come si teme.  A volte però vanno come non si vorrebbe. Conoscendolo da tempo vi assicuro che “il consigliere”  è un osso duro. Fidatevi

p.s.: magari una revisionatina ai microfoni  sui banchi la farei fare.

Annunci

Informazioni su Redazione

street reporter
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, Politica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a LE GRIDA DI COMPARINI

  1. webmaster ha detto:

    Ha ragione Sig. Paterlini, ho avuto modo di ascoltare l’intervento del consigliere Cicchitti ma purtroppo non di filmarlo. Ieri è stata una mattinata convulsa, al di fuori degli standard a cui eravamo abituati e , da solo, se faccio una cosa non posso farne un’altra. Mi dispiace di non poterLa accontentare e nel contempo le dò il benvenuto nel club “dei NON anonimi”.
    Un caro saluto, G.

  2. Gabriele Paterlini ha detto:

    Egregio Sig. Belli,

    ho notato che il filmato viene ad interrompersi proprio un attimo dopo che il consigliere Cicchiti prende la parola.
    Le chiedo, compatibilmente con gli spazi concessi, se sia possibile pubblicare su questo blog l’intervento, o parti di esso, del consigliere Alfio Cicchitti.

    Sulla rassegna stampa del Comune di Cisterna ho letto un articolo circa le mozioni presentate da Cicchitti in aula, richieste che da buon Cisternese ritengo siano di importanza decisamente rilevante.

    Grazie per l’attenzione.

    Cordialmente,
    Gabriele Paterlini

  3. Bruggio ha detto:

    I Consiglieri Eleonora della Penna e Stefano Caianiello visibilmente contrariati e stanchi degli interventi inopportuni, Jurassici e prolissi del Consigliere Comparini.
    Se diventava Sindaco eravamo rovinati!

    Per fortuna che i Cisternesi hanno gli occhi per vedere, le orecchie per sentire e un cervello sano per valutare.

    Comunque ha un primato, su due consigli comunali lui ha sempre fatto interventi e anche con una certa arroganza.

    Se tutti i Consiglieri facessero come lui i consigli durerebbero almeno 6 giorni.

    Comparì, ma non te l’ha detto mai nessuno che il Consiglio Comunale non è la Gelit?

    La voce non si alza…

I commenti sono chiusi.